Mercati agroalimentari all’ingrosso, nuovi fondi nella politica comune


“I mercati all’ingrosso svolgono un ruolo importante nella distribuzione di prodotti alimentari in molte zone dell’UE e pertanto nella filiera alimentare dell’UE. La politica agricola comune (PAC) e le altre politiche dell’UE comprendono disposizioni rilevanti per i mercati all’ingrosso interessati a effettuare investimenti. Per i mercati all’ingrosso situati nelle zone urbane, sono disponibili fondi strutturali dell’UE. La futura PAC prevede che i mercati all’ingrosso continuino a beneficiare di finanziamenti in tale ambito”.

E’ la sintesi della risposta scritta del commissario europeo all’agricoltura, il polacco Janusz Wojciechowski, al parlamentare europeo di Fratelli d’Italia, Nicola Procaccini, membro della commissione agricoltura di Bruxelles, che lo scorso 8 maggio aveva presentato una interrogazione chiedendo azioni concrete e immediate per valorizzare le funzioni dei mercati e centri agroalimentari all’ingrosso.

“Il commissario Wojciechowski – afferma Procaccini – ha accolto le mie istanze e nella risposta ha espresso la chiara volontà della Commissione UE di dare attenzione ai mercati alimentari all’ingrosso, al ruolo strategico da questi svolto e l’impegno per ulteriori finanziamenti ad essi destinati nella nuova Politica Agricola Comune (PAC), sottolineando il sostegno della UE, tramite i programmi di sviluppo rurale, alla creazione di mercati all’ingrosso e commercializzazione di prodotti agricoli, tra cui ortofrutticoli, cereali, fiori, prodotti lattiero-caseari. Ritengo che la UE debba fare ogni sforzo per sostenere una catena che ha dimostrato una spiccata resilienza alle conseguenze dell’emergenza sanitaria. La trasformazione dei mercati all’ingrosso in hub logistici informatizzati e polifunzionali, sarebbe un passo importante anche come garanzia per la sicurezza alimentare dei prodotti e della loro tracciabilità e riconoscibilità”.

Share this post