Messa in sicurezza a La Fiora, rilievi tecnici col drone


Ci penserà un tecnico con l’utilizzo di un drone a eseguire accertamenti specifici a La Fiora. Passo avanti nell’iter che porterà alla realizzazione di opere di difesa dalla caduta massi in località La Fiora. Il Comune ha affidato l’incarico a un geometra, prevedendo una spesa di 9.800 euro. Le verifiche rientrano nel progetto di messa in sicurezza del monte a rischio caduta massi. Pericolo per cui, dopo la frana del 2012, il treno non parte più dalla stazione ferroviaria, rimasta chiusa in attesa delle opere.

Finalmente, dopo anni di dibattiti e proteste, l’iter si è messo in moto. La Regione Lazio nel dicembre scorso ha approvato le graduatorie degli interventi per la mitigazione dei dissesti gravitativi e idraulici nel cui allegato il Comune di Terracina risulta inserito per un importo di 4 milioni di euro. Ora bisogna redigere un apposito rilievo celerimetrico, tecnica topografica che serve a rilevare misure di terreni attraverso operazioni tecniche. Per farlo c’è stato bisogno di affidare un incarico esterno a un geometra, disponendo anche l’utilizzo di un drone che, sorvolando la zona interessata dalle opere, consentirà le misurazioni.

Share this post