Microcredito e occupazione, le proposte dei Cinque Stelle


Si è parlato di microcredito, di nuove professioni e occupazioni. L’occasione è stata l’incontro con il Movimento 5 Stelle di Terracina che si è svolto il 10 febbraio nella sala Valadier. Cittadini e cittadine, giovani, lavoratori, pensionati si sono confrontati, per alcune ore della serata. Presenti i candidati della zona del Movimento 5 Stelle per Camera e per il Senato e  per la regione  Lazio.

L’obiettivo della discussione è stato quello di fornire concretamente indicazioni per l’accesso ai finanziamenti del fondo di  micro credito  finalizzato  alla nascita di  nuove  imprese e anche per il sostegno di attività già  esistenti. Il fondo è sorretto  da 20 milioni di stipendi restituiti dagli eletti M5S  e da fondi pubblici, viene gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico. A oggi è servito per finanziare più di 6 mila imprese, generando 14 mila posti di lavoro in tutto il paese e favorendo la nascita di nuove attività con alto contenuto innovativo.

A Terracina, un’area molto legata alle attività turistiche, che rappresentano una grande risorsa per territorio si avverte – è stato detto nel corso dell’iniziativa – il bisogno di incentivare la nascita di nuovi lavori e di  buona occupazione, correlata da formazione continua, per stare al passo con la sfida della competizione nel mercato del lavoro.

Tra gli altri ospiti Rosario Calabrese, candidato del M5S nel collegio per il Senato di Latina. «Da molti anni sviluppiamo un’azione finalizzata alla formazione della professione di amministratore di condominio, con corsi, conferenze e work shop. Il Movimento 5 Stelle, anche a Terracina, così come in  tutta la provincia di Latina, dovrà  impegnarsi  nell’ individuazione di lavori nuovi che prevedono nuove professioni e  formazione continua.  Il fondo del microcredito può rappresentare una formidabile opportunità di volano per l’occupazione e la nascita di nuove imprese».