Napoletano deferito per furto di energia elettrica


Gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Terracina hanno deferito un 54enne originario della provincia di Napoli per furto aggravato e continuato.Gli agenti erano intervenuti presso l’esercizio commerciale di latticini e generi alimentari di proprietà dell’uomo per una esecuzione forzata per il rilascio dell’immobile da parte del Tribunale di Latina.

Alla vista della Polizia e dell’Ufficiale Giudiziario, il 54enne cercava di ottenere una proroga che gli consentisse di beneficiare degli incassi legati alla stagione estiva.

I pubblici ufficiali, incuriositi dal fatto che l’uomo in maniera nervosa si stava avvicinando al contatore dell’Enel, verificavano che staccando l’erogazione della fornitura di energia elettrica i frigoriferi e tutti gli apparati elettrici del negozio venivano comunque alimentati.

Successivamente operatori dell’ ENEL specializzati nel contrasto alle frodi, constatavano che l’attività commerciale da oltre 1 anno era sprovvista di contratto di fornitura di energia elettrica e che l’impianto elettrico del negozio era stato collegato, abusivamente e illecitamente, direttamente ai cavi dell’alta tensione esponendo anche a gravi rischi per la sicurezza l’intera palazzina.

Inoltre, grazie al personale tecnico di “Acqualatina”, si appurava che l’attività commerciale era sprovvista di contratto da oltre 6 mesi, cessata per morosità con conseguente apposizione di sigilli al contatore e apposizione di tappi di chiusura. Il furto in questo caso avveniva, grazie a dei collegamenti che bypassavano il contatore sigillato, assicurando l’afflusso di acqua alle tubature del negozio.

Share this post