Nicola Procaccini interviene sulla Rida


nicola procaccini.anxur time

Dal candidato a sindaco Nicola Procaccini riceviamo una nota che integralmente pubblichiamo.

“Purtroppo me lo immaginavo diverso, me lo sognavo diverso questo turno di ballottaggio, invece, siamo in pieno fango, in una piscina di fango, a parlare di qualcosa che non sono i problemi di Terracina e le soluzioni di cui c’è bisogno. Si tratta, invece di un video diffamatorio, elaborato dal mio antagonista, preceduto da dei messaggi su Facebook, del tipo: “tra poche ore rimarrà un solo candidato, l’altro verrà spazzato via, aspettate e vedrete”, poi un’ora dopo, alle 16 in punto è arrivato il video. E devo necessariamente chiarire.

panorama Terracina

Primo. Corradini sostiene di essersi dimesso dopo aver letto “le carte”. E lo dice ora, a quattro giorni dal voto. In realtà l’ho mandato via io, insieme ai suoi amici, tre anni fa. Secondo. Avrei ordinato come Sindaco alla ditta “Servizi Industriali” di conferire i rifiuti per il pre-trattamento alla Rida Ambiente di Aprilia. Ovviamente non è vero. Lo si vede bene dal foglio con l’ordinanza N.49 che Corradini agita nel video. Ma evidentemente non lo ha neppure letto! È la “Servizi Industriali” ad aver deciso di conferire prima i rifiuti alla Saf di Colfelice, poi alla Rida di Aprilia. Chiedendo l’autorizzazione all’Amministrazione. Che l’ha regolarmente concessa. Come si evince dalla delibera n. 449/2013. Terzo. Non esiste alcun rapporto commerciale diretto tra la mia società “Centro Studi Politici srl” e la Rida.

Quindi siamo nella più totale diffamazione. Siamo alla campagna elettorale fatta nella maniera più sporca, spregiudicata che si sia mai vista. Oltre che dannosa per lo stesso Corradini, che francamente comincia pure a farmi un po’ pena. Temo che lo stiano mandando allo sbaraglio, approfittando del fatto che non è in grado di capire le carte che gli vengono sottoposte.  A me sinceramente dispiace perché è chiaro che poi questa cosa avrà un seguito in tribunale. Da parte mia, ma forse anche da parte della Rida Ambiente. Io non me la prendo tanto con Corradini, ma con tutte quelle persone che lo hanno gettato in mezzo a questo casino, adesso non sono loro che ne pagheranno le conseguenze, ma sarà Corradini. Io sono esterefatto, sono amareggiato, deluso, perché tutta questa robaccia sta comunque sporcando ed ha sporcato l’immagine di Terracina, oltre che la mia. Cercherò di non parlare più di questa zozzeria, ora mi sono deciso a parlarne, ma voglio dedicarci solo adesso e basta. Al massimo farò qualche riferimento durante lo spettacolo di questa sera, ma non voglio abbassare me e la città a quel livello infernale in cui è stata precipitata. Vorrei continuare a parlare di cose che servono alla città. Ora ricomincerò a parlare dei problemi e delle soluzioni per Terracina”

Share this post