Nuova politica agricola comune, la nota dell’eurodeputato Procaccini


“Abbiamo votato a favore della proposta del Parlamento europeo sulla nuova Politica Agricola Comune (PAC) per  garantire certezze giuridiche ai nostri agricoltori, così come richiesto dalle associazioni di categoria, ed evitato una pericolosa deriva verso il solito estremismo della sinistra ambientalista che avrebbe creato grandi problemi ai produttori. Restano alcune criticità all’interno del testo  che confidiamo di risolvere nei negoziati con il Consiglio Europeo”. E’ quanto afferma l’ON. Nicola Procaccini, componente della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo, commentando l’approvazione delle linee giuridiche della nuova politica agricola europea.

“Fra qualche mese saremo chiamati nuovamente ad esprimerci sul testo che risulterà dal dialogo tra queste due istituzioni e faremo il possibile per ottenere una riforma complessiva razionale, rispettosa dell’ambiente, ma anche della dignità della nostra agricoltura, vessata da troppe situazioni critiche. La nostra priorità  è la difesa delle aziende e dei prodotti italiani, un obiettivo che vogliamo contemperare con la tutela dell’ambiente, in un equilibrio che è possibile raggiungere senza il peso dell’estremismo ideologico. Ecco perché come FDI abbiamo votato per l’approvazione di questa prima bozza della nuova PAC, i cui finanziamenti rappresentano una parte importante del bilancio della UE e una risorsa cospicua per le nostre imprese agricole, che rappresentano l’ossatura di un settore strategico della nostra economia”,  conclude Procaccini.

Share this post