Nuova vita all’immobile confiscato alla criminalità, scatta l’incarico


Sarà ristrutturato per essere assegnato a un ente con finalità sociali. Lo ha stabilito il Comune che nei giorni scorsi ha affidato a un architetto l’incarico di ristrutturare un immobile confiscato alla criminalità organizzata, ricadente nel territorio terracinese.

Tutto nasce dal fatto che la Regione Lazio un anno fa ha approvato l’avviso pubblico per la concessione di finanziamenti per opere di ristrutturazione dei beni confiscati alla malavita. Lo scorso settembre alla Pisana è stata approvata la graduatoria relativa all’avviso pubblico e il progetto del Comune per l’immobile sulla strada provinciale San Felice Circeo è stato ammesso al finanziamento. Per un totale di 65mila euro circa.

Ora bisogna però affidare un incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva. Oltre che per la direzione dei lavori, l’accatastamento e l’agibilità dei locali. Vista l’impossibilità di affidare il compito a personale interno, già gravato da una gran mole di lavoro, l’ente municipale ha ritenuto necessario assegnare l’incarico a un tecnico esterno per un importo di circa 10mila euro.

Share this post