Nuova vita per i parchi cittadini, ecco il bando per affidare la gestione


area chezzi

Arriva il bando per la concessione in comodato d’uso dei parchi di Terracina. Non tutti, è chiaro. Manca all’appello il più importante, il “Montuno”, la cui storia negli ultimi anni è stata quella di un cancello chiuso col lucchetto e raid vandalici. Il bando è relativo all’affidamento del parco delle “Città gemellate”, all’area “Chezzi” e ai giardinetti di via Bachelet.

Il termine ultimo per presentare le domande è il 12 aprile prossimo. Il comodato d’uso durerà due anni dalla stipula del contratto. Il concessionario avrà compiti chiari: farsi carico delle spese per la gestione del sito, evitare danni a persone e cose, vigilare, aprire e chiudere il parco e curarne pulizia e decoro.

In cambio l’affidatario potrà «sfruttare economicamente l’area assegnatagli mediante l’organizzazione di iniziative ed eventi» si legge nel bando. Potrà inoltre effettuare la somministrazione di cibi e bevande. L’amministrazione comunale, da parte sua, dovrà continuare a provvedere al pagamento di energia elettrica, acqua per l’impianto di irrigazione e fognario, manutenzione straordinaria e verde pubblico. Per ogni parco, la base d’asta è di 5mila euro.

Alla gara potranno essere ammessi comitati cittadini, associazioni onlus di volontariato, organizzazioni non a scopo di lucro. L’aggiudicazione avverrà seguendo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Ma ci sarà spazio anche a una valutazione tecnica, che peserà ben 80 punti su 10. I restanti 20 punti riguardano la valutazione economica. L’affidatario dovrà rispondere, infine, a determinati obblighi, tra cui orari di apertura e chiusura imposti dal Comune.

Share this post