Nuove attrezzature a Santo Stefano. Il Wwf organizza una passeggiata lungo l’anello di Selvaggi


Nuovi tavoli per l’area pic-nic nell’area della Fonte di Santo Stefano. Per gli amanti della montagna e delle scampagnate ad alta quota, finalmente arriva un servizio semplice ma indispensabile. Da oggi è possibile rilassarsi e mangiare in modo ordinato nei pressi della fonte, luogo di ritrovo per appassionati della natura. È l’associazione Santo Stefano ad annunciare la novità, ringraziando nell’occasione il Parco naturale regionale dei monti Ausoni e Lago di Fondi, nella persona del direttore Luciano Manfredi, che ha accolto la richiesta del comitato. Dimostrando grande sensibilità per un’area che troppo a lungo ha subito abbandono e incuria.

Proprio Santo Stefano sarà teatro di una importante iniziativa promossa dal Wwf Litorale pontino in ricordo del compianto Emilio Selvaggi. Era sua abitudine anticipare la scampagnata di Pasquetta di qualche giorno, festeggiandola il giovedì santo (precedente alla domenica di Pasqua). Il gruppo ambientalista ha voluto rinnovare questa esperienza in ricordo di Selvaggi. Si percorrerà quasi integralmente un anello che Selvaggi, seguendo mulattiere e sentieri sempre più praticati, disegnò sul sito di Terrapontina. È una camminata che passa per leccete e antiche carbonaie consentendo di apprezzare magnifici aspetti paesaggistici. Lo sguardo potrà spaziare tra il Lago di Fondi e il Circeo, passando per il monte Sant’Angelo nell’insolita visuale del suo costone posteriore rispetto al mare.

L’appuntamento è fissato per le 8.30 nel piazzale dell’ex Coop, sull’Appia. Il ritorno è previsto nel primo pomeriggio. Per chi volesse c’è la possibilità di farsi venire a prendere in auto alla fonte di Santo Stefano. Gli organizzatori invitano tutti coloro che intendono partecipare a portare cibo e acqua, un equipaggiamento adatto con scarpe da trekking e una giacca anti-pioggia.

Share this post