Nuovi alloggi popolari, Marcuzzi (FdI): «Al momento sono un bluff»


«Quando vengono assegnati dei finanziamenti alla nostra città, dovremo essere tutti contenti, a prescindere di quale ente o forza politica sia riuscita nello scopo. In queste ore ho letto le dichiarazioni del PD e di altri esponenti politici che gongolano per i 7.000.000€ che dovrebbero arrivare a Terracina per la realizzazione di 40 nuovi alloggi popolari». L’intervento è a firma dell’assessore all’Urbanistica del Comune di Terracina Pierpaolo Marcuzzi.
«Io sono una persona a cui piacciono i numeri e a cui piace studiare le iniziative che vanno a buon fine, lo faccio perché cerco di apprenderne il meglio, quindi all’annuncio di un finanziamento di 7.000.000 € mi sono andato a vedere bando e determina e purtroppo ho trovato la sorpresa. Dopo gli annunci trionfalistici del PD, molte persone di Terracina che sono tra le prime nelle graduatorie di assegnazione degli alloggi popolari, sono state felici di leggere che il sogno di una casa assegnata nel breve termine si stava coronando, purtroppo per tutti al momento non sarà così e i toni trionfalistici di PD e di altri rilevano che hanno una scarsa attenzione nel leggere gli atti. La regione Lazio ha pubblicato un bando che scadeva il 20 dicembre per la presentazione delle domande per l’attuazione di Programmi integrati di edilizia residenziale sociale, per i quali sono disponibili 21.840.504,75 €.
Nei termini del bando sono arrivate 12 domande, di cui 4 escluse ed 8 ammesse all’EVENTUALE FINANZIAMENTO.
Terracina è il 6* progetto di 8, lo si può verificare nella determina della regione Lazio del 27/12/19 n G18697. Il progetto presentato dall’Ater di Latina è uno con i punteggi più bassi e non avrà i soldi, visto che solo con i primi 3 in graduatoria saranno utilizzate tutte le somme a disposizione.
Potrà accadere che se ci fossero rinunce o eventuali economie dei primi progetti si potrà andare a finanziare il 4*, ma al sesto purtroppo non ci arriveranno.
Inoltre la Regione Lazio visto le lamentele di diversi comuni sulla brevità dei tempi previsti per la presentazione delle domande, con determina del 24/02/2020 G00620 ha riaperto i termini del bando, quindi altri progetti di altri comuni potranno essere inseriti tra gli ammissibili e Terracina potrebbe anche arretrare nella graduatoria. Quindi come fanno a gioire quelli del PD, quelli Ater ed altre persone di una cosa che al momento è matematicamente impossibile che accadrà, illudendo per giunta persone che aspettano con ansia una casa? Io mi auguro che l’Ater di Latina in questa riapertura dei termini faccia una rimodulazione del progetto, in maniera tale da ottenere più punti e scalare la graduatoria fino ad una posizione dove ci siano le risorse a disposizione e solo dopo cantare vittoria. Fare degli spot ed illudere la gente non è un modo corretto di farsi la campagna elettorale, bandi, determine, disponibilità economiche e graduatorie della regione Lazio amministrata dal PD, smentiscono consiglieri regionali e la sezione locale del PD stesso che ha utilizzato toni trionfalistici per il nulla. Inoltre correggo anche chi credeva che questo intervento fosse per le case al porto, invece la domanda è per le case all’angolo tra via Fosse Ardeatine e via G.Leopardi, le famose catacombe. Solo pensare o dire di fare case popolari nell’area portuale è da pazzi».

Share this post