Ospedale, i soliti problemi non risolti: il comitato incontra il sindaco


ospedale fiorini terracina

Il tempo passa ma non si registrano passi avanti significativi mentre i problemi dell’ospedale “Fiorini” restano. Le stesse questioni che si trascinano dietro da anni ormai, con la grave carenza di personale medico e l’Osservazione breve intensiva che non vede la luce nonostante il finanziamento concesso dalla Regione Lazio ormai due anni e mezzo fa. Il comitato in difesa dell’ospedale torna alla carica, facendosi sotto nuovamente con la direzione generale della Asl.

«Qualcosa – si legge in una nota – si sta muovendo, ma i problemi sollevati continuano, a tutt’oggi, a non essere risolti. Pertanto il comitato in difesa dell’ospedale di Terracina, vista la situazione, ha ritenuto  opportuno non fermarsi e continuare a sollecitare tutti i livelli istituzionali per  la risoluzione dei problemi più volte esposti. A tale scopo, ha chiesto ed ottenuto un incontro con il sindaco del Comune di Terracina. L’incontro si è svolto presso la sede del Municipio di Terracina il 23 agosto scorso, con il sindaco Nicola Procaccini è la delegata ai servizi sanitari Maurizia Barboni, mentre il comitato era rappresentato da Agostino Pernarella, Antonio Bernardi e Carlo Alla. I rappresentanti del comitato hanno ancora una volta fatto presente che nonostante le continue sollecitazioni e l’arrivo della stagione estiva, non si è ancora provveduto all’assunzione del necessario personale, con tutte le conseguenze che ne stanno derivando per garantire la normale assistenza e che viene assicurata, solo con  i notevoli sacrifici dei dipendenti, mentre l’Osservazione Breve Intensiva (O.B.I.), con  sei posti letto, del finanziamento concesso dalla Regione Lazio di  674.000,00 dal mese di aprile del 2016, tarda ad essere istituita».

Dopo  l’illustrazione da parte del comitato dei ritardi alla risoluzione dei problemi dell’ospedale, si è chiesto di  continuare a far pressione come amministrazione comunale nei confronti, tra gli altri, degli organi della ASL. Il sindaco e sua delegata hanno convenuto con la richiesta fatta dai rappresentanti del comitato.  Il comitato inoltre ha chiesto a Procaccini il rispetto dell’ordine del giorno, approvato nell’estate del 2017 dal Consiglio comunale.

Share this post