Ospedale, il comitato insiste: «Troppi problemi, si continua a rinviare»


ospedale fiorini terracina

Il comitato in difesa dell’ospedale “Fiorini” di Terracina scrive al presidente del Consiglio Gianfranco Sciscione e chiede una convocazione urgente dell’assise cittadina. Bisogna agire in fretta – scrive il comitato – perché al “Fiorini” perdurano le situazioni di incertezza e precarietà dovuta alla mancanza di personale e all’attivazione dell’Obi, l’Osservazione breve intensiva.

Non sono servite le rassicurazioni ricevute dal sindaco Nicola Procaccini nel suo incontro con i vertici Asl. «A tutt’oggi – insiste l’associazione – i gravi problemi sollevati e non più rinviabili, non sono stati ancora risolti nonostante l’imminente arrivo della stagione estiva che comporterà, tra l’altro, un notevole aumento di lavoro, oltre a dover garantire il godimento delle ferie». Insomma bisogna fare qualcosa. «Il permanere di tale situazione sta creando seria preoccupazione oltre alle difficoltà a garantire la normale assistenza ai suindicati reparti, ritengono che se, nel più breve tempo, non si prenderanno i necessari provvedimenti, si metterà in forse la sopravvivenza degli stessi reparti e del nostro ospedale». La richiesta è allora di convocare un Consiglio comunale e intraprendere le iniziative politiche che si riterranno opportune.

Share this post