Palio delle Contrade di Terracina, tutto pronto per la seconda edizione


Si è svolta ieri la conferenza stampa di presentazione della II Edizione del “Palio delle Contrade”, in programma il 24 e il 25 Agosto (dalle ore 18) nel Centro Storico Alto di Terracina. Si tratta della rievocazione di eventi liberamente tratti dalla documentazione storica della città del periodo medievale e rinascimentale. L’iniziativa culturale, promossa e sostenuta dal Centro Sociale Anziani del Centro Storico Alto, viene realizzata in collaborazione e grazie al contributo della Regione Lazio, del Comune di Terracina e dell’Azienda Speciale di Terracina. L’iniziativa culturale, inoltre, si avvale della consulenza storica fornita dall’Archeoclub d’Italia-Sede di Terracina e della partecipazione dell’Associazione Culturale “Coro Myricae” di Terracina, dell’Associazione Culturale degli Arcieri di Terracina “Compagnia Anxur” e dei tamburini del Corpo Bandistico ‘Città di Terracina’. Alla manifestazione partecipano anche le associazioni culturali “Il Cigno e il Grifone” di Gaeta, “Il Palio del Tributo” di Priverno e “La Corte dei Caetani” di Monte San Biagio, per un evento che coinvolge non solo la città di Terracina, ma anche i Comuni del comprensorio che vantano una tradizione antica e di alto livello.

“Saranno due giorni –afferma il vicesindaco di Terracina Roberta Tintari – di immersione in un passato straordinario e ancora poco conosciuto della nostra Terracina. L’ambientazione tra il XIII e XV secolo avvolge di fascino un Centro Storico che si sta riscoprendo, grazie anche all’impegno di tante associazioni, cittadini e attività, sempre più bello e ricco di possibilità. Ringrazio di cuore il Centro Sociale Anziani – Centro Storico Alto per questa fantastica manifestazione che regala per il secondo anno consecutivo a Terracina, una testimonianza di amore per la città e di partecipazione attiva al suo sviluppo sociale e culturale. Desidero sottolineare che il Palio non è un prodotto pre-confezionato acquistato, bensì il risultato di ricerca storica e lavoro artigianale che va dalla realizzazione delle scenografie e dei costumi alla redazione del programma. Anche i figuranti sono tutti cittadini che partecipano con vero entusiasmo. Un evento di grande qualità al quale, come assessore ai Servizi Sociali, ho voluto conferire il sostegno che merita. Sono estremamente contenta di questa manifestazione e non vedo l’ora che si svolga questo Palio delle Contrade”.

L’assessore alla Cultura e al Turismo, Barbara Cerilli, sottolinea come “il Palio rappresenta un’ulteriore occasione di promozione della magnificenza del nostro patrimonio culturale materiale e immateriale. Si stanno succedendo delle manifestazioni bellissime che rendono ancora più prestigioso il Centro Storico. Di questo ringrazio di cuore tutti coloro i quali si impegnano con vera passione. Stiamo acquisendo una tradizione di alto livello che ci inorgoglisce e che alza sempre più verso l’alto l’asticella della qualità degli eventi”.

Il delegato al Centro Storico Andrea Bennato si dice “felice di questo fermento culturale che trova nel Centro Storico Alto la sua dimensione e il suo scenario più naturale. Desidero ringraziare anche i residenti, che a volte patiscono dei disagi per queste festose ‘invasioni’, per la disponibilità che sempre dimostrano”.

Sara Norcia, delegata ai Grandi Eventi, spiega che “si conferma la vocazione di Terracina per gli eventi di grande spessore culturale. La nostra città è in grado di offrire intrattenimento per tutti i gusti e tutte le età, a testimonianza di una capacità organizzativa e vivacità che coinvolge tanti cittadini e associazioni dediti alla valorizzazione del nostro territorio”.

Dopo l’intervento di Venceslao Grossi, Presidente della locale sezione di Archeoclub d’Italia, che ha illustrato il contesto storico e l’approfondito lavoro di ricerca svolto, ha preso la parola il presidente del Centro Sociale Anziani Achille Masci: “Innanzitutto desidero ringraziare il Comune di Terracina, l’Azienda Speciale e la Regione Lazio per il patrocino e il contributo fornito. Questa seconda edizione rappresenta un grande traguardo per noi e, al contempo, un nuovo punto di partenza per il futuro. Desideriamo che la tradizione si consolidi e che prosegua nel tempo affinchè anche i terracinesi di domani possano conoscere le proprie origini e la propria storia. Tengo a sottolineare che i partecipanti sono tutti residenti del luogo, oltre ai graditissimi ospiti dei Comuni circostanti che garantiscono una apprezzato valore aggiunto alla manifestazione. Affermo con orgoglio che stiamo dimostrando che anche quando non si è più giovanissimi si può assumere un ruolo molto attivo e propositivo nella vita della città. Grazie anche al “Coro Myricae” per la straordinaria disponibilità che ci hanno dato confermando l’amore vero per Terracina. Altro motivo di soddisfazione, come già ricordato dal vicesindaco Tintari, è la completa autoproduzione di questo evento, un risultato che si può raggiungere solo grazie alla sincera passione per la nostra comunità”.

Il programma prevede:

  1. Il “Bando Cittadino per le Contrade”
  2. Il “Giuramento delle Contrade”
  3. Il “Giuramento sul Vessillo Comunale dalla Piazza d’Armi del Castello di Terracina
  4. “Il Giuramento dei Custodi delle Porte della Città con fiaccolata notturna;
    tali eventi si svolgeranno sabato 24 Agosto dalle ore 18.00 alle ore 21.00 in progressione successiva
  5. Il “Corteo Storico delle Contrade”
  6. Il “Palio delle Contrade” con la Disfida degli Arcieri e la Premiazione del vincitore
  7. L’esibizione degli “Sbandieratori di Cori”
  8. L’esibizione del “Coro Myricae” di Terracina con musiche e canti medievali;
    tali eventi si svolgeranno Domenica 25 Agosto delle ore 18.00 alle ore 21.00 in progressione successiva.

Agli eventi principali seguiranno, per ogni giornata, una serie di manifestazioni collegate, con giocolieri, musicanti, sputafuoco, cantastorie, giullari, postazioni didattiche, punto ristoro e altro ancora, distribuite nelle vie e nelle piazzette storiche della città, dalle ore 21.00 alle ore 24.00. Sarà inoltre attivata l’iniziativa “Taverne, Locande e Osterie del Palio”, con cucina medievale e prodotti tipici nei locali del Centro Storico Alto. Il momento cloudel “Palio delle Contrade” si avrà Domenica 25 Agosto con la sfilata del “Corteo Storico” che attraverserà il Centro Storico della Città da Porta Maggio a Porta Albina con epicentro a Piazza Municipio, davanti alla Cattedrale, al Palazzo Vescovile e al Palazzo Comunale, dove si svolgerà anche la “Disfida degli Arcieri” delle contrade, l’esibizione degli “Sbandieratori” e quella del “Coro Myricae” di Terracina.

Share this post