PASQUA DA CAPOLISTA PER LA SAN DAMIANO


di Alessandro Pica

Punto d’oro in quel di Latina conquistato dalla San Damiano con SS Pietro e Paolo che permette ai terracinesi di rimanere in testa al campionato con un punto di vantaggio sui cugini dell’Hermada a quattro giornate dal termine. A Latina la San Damiano si schiera con il 3-5-2. Savarese in porta, Belviso, Sperlonga e Marzullo in difesa, Dei Giudici, Tedesco, Piccolo, Pallotta e Aversa e centrocampo e Maietti e Perroni di punta. Partono subito forti i ragazzi di Gazzelloni che vogliono subito chiudere la partita e sfiorano piu’ volte il vantaggio grazie a Perroni e a Tedesco che falliscono a pochi passi dalla porta. Il San Pietro e Paolo non ci sta a fare da agnello sacrificale e prova a ribattere colpo su colpo anche se non crea pericoli particolari. Il secondo vede la squadra di Gazzelloni con il braccino del tennista e gli avversari si fanno più pericolosi. Complice uno svarione della difesa i padroni di casa si portano in vantaggio. Non c’è Pasqua però senza una resurrezione e la San Damiano risorge immediatamente grazie al pareggio realizzato dall’eterno Tullio Maietti che a 44 anni è il simbolo di questa squadra che non si arrende mai. Le due squadre non si fanno male e si accontentano di un pari che sta bene ad entrambe le compagini. Mercoledì la capolista sarà di nuovo impegnata contro le Falasche nella prima della quattro finali che separano Maietti e company al raggiungimento del sogno. Mancano quattro sfide alla fine di un campionato che sembra infinito come infinito è il cuore della San Damiano.

Share this post