Pergotende e dehors: le pratiche sono a rilento


Pratiche a rilento per il rilascio delle concessioni per le pergotende e dehors. Ad affermarlo è l’opposizione guidata da Forza Italia e Noi con Salvini (dai consiglieri comunali Tocci, Marangoni, Zicchieri, Corradini e Giuliani). Questa volta, a finire nel mirino, è la gestione di pergotende e dehors. Infatti, fanno notare i rappresentanti dell’opposizione, mentre si è in piena estate, e in parecchi aspettano che le pratiche vengano evase, un dipendente che deve svolgere determinate attività burocratiche è stato spostato ad altre mansioni. Tutto questo ha portato al fatto che le carte per le autorizzazioni, per far sì che dehors e pergotende occupino il suolo pubblico, non siano state ancora approvate, provocando così un danno ai commercianti e quindi anche al turismo. Ciò, infatti, succede mentre i commercianti stanno aspettando di poter allagare all’esterno dei propri negozi le proprie aree. Non a caso l’opposizione ha fatto notare che, un dipendente che ha questo tipo di incarico, adesso viene utilizzato per portare avanti i piani del Pua (Piano di utilizzazione agronomica). La minoranza poi va ancora più a fondo, affermando che l’amministrazione comunale “naviga a vista”, mentre ci sarebbe bisogno di una strategia chiara, per far sì che non ci siano perdite di tempo.  Giuliani e Zicchieri, inoltre, dicono che “la gestione del personale è approssimativa e allo sbando; i consiglieri comunali accusano l’amministrazione comunale di fare un mare di chiacchiere ma nessun fatto, in quanto tanto si è parlato del commercio e della gestione del turismo, ma nulla è stato fatto”.

Share this post