Piano antenne, turismo e mobilità sostenibile, tutte le sfide di Agenda 21


Terracina cicloturistica. Anxur Time

Il forum di Agenda 21 è tornato a riunirsi nei giorni scorsi per discutere dei nuovi indirizzi di politica ambientale, così come proposti dal gruppo di lavoro. Nello specifico, il presidente Venceslao Grossi ha ricordato i documenti approvati in merito al sistema di gestione ambientale, agli obiettivi e al programma triennale di miglioramento ambientale e di sviluppo sostenibile della città e del territorio.

I coordinatori dei vari tavoli sono stati invitati a esprimere le proprie considerazioni e valutazioni, indicando di conseguenza gli obiettivi ritenuti prioritari per lo sviluppo sostenibile. Per ogni tavolo sono stati quindi definiti gli obiettivi da affrontare in modo immediato. Il tavolo ambiente e biodiversità dovrà occuparsi del piano di azione per l’energia sostenibile e il clima e del piano d’azione per il ciclo delle acque. Il tavolo della gestione del territorio, invece, ha gli obiettivi prioritari del piano urbano della mobilità sostenibile e smart city, oltre al piano per le antenne della telefonia mobile ed elettrosmog. Il terzo tavolo, quello di lavoro produzione e consumi sostenibili, si occuperà di ciclo integrato dei rifiuti e turismo sostenibile. Infine il tavolo cultura e beni dovrà predisporre un piano d’azione per il riconoscimento di Terracina come “Città d’arte”.

Share this post