Piano di assestamento forestale, c’è il bando. Mancava da un secolo


incendio Camporosiano. Anxur Time

Tutela dell’ambiente e del suo patrimonio naturale, il Comune di Terracina compie un importante passo avanti. Indetto un bando per l’affidamento della redazione del Piano di gestione e assestamento forestale. Si tratta di uno strumento indispensabile per la prevenzione e la gestione e delle calamità per conseguire l’ammissibilità a specifici bandi regionali sulla difesa del territorio.

Il bando arriva dopo decenni di silenzio da parte del Comune. Si pensi che è dal 1923 che la legge prescrive ai Comuni di dotarsi di questo strumento. E come tante altre città, anche Terracina per tutto questo tempo è stata inadempiente. Oggi, però, ci si dà da fare. È l’assessore all’Ambiente Emanuela Zappone, con un certo orgoglio, ad annunciare lo storico passo avanti.

L’assessore all’Ambiente Emanuela Zappone

«Abbiamo avviato tutte le procedure necessarie per garantire anche a Terracina la possibilità di tutelare ancora di più il proprio territorio. La nostra città, purtroppo, non si è mai dotata di questo piano importantissimo. Si tratta di un lavoro che richiederà tempo, precisione e professionalità. Con questo atto vogliamo colmare una grave lacuna e difendere con maggiore efficacia le nostre splendide colline, devastate negli anni scorsi da incendi e smottamenti».

Contemporaneamente è stato avviato un dialogo con le associazioni ambientaliste, con gli abituali frequentatori delle montagne per sport e passione, con il nuovo coordinatore della Protezione Civile Comunale Silviano Valenti e le associazioni di volontari, con i Carabinieri Forestale guidati dal luogotenente Pannone, con tutte le istituzioni preposte alla salvaguardia del territorio e i residenti delle zone di collina al fine di evitare le paurose situazioni dello scorso anno.

Un lavoro di collaborazione, quindi. Una task-force per tutelare la natura. «Insieme al delegato alla Sicurezza Sergio Meneghello e al Comandante della Polizia Locale Michele Orlando – ha aggiunto Zappone – stiamo lavorando per una collaborazione fattiva e coordinata in tema di prevenzione e repressione sia delle calamità sia dei fenomeni criminali legati all’ambiente».

L’operazione ha già tutte le coperture economiche. Il bando, infatti, è finanziato interamente da fondi comunali, scade alle ore 12 del 2 maggio prossimo e il testo è scaricabile dal sito http://www.comune.terracina.lt.it.

Share this post