Piano di azione generale per promuovere sport e tempo libero: proposte di Agenda 21


Il Forum di Agenda 21 propone l’elaborazione e l’adozione di un Piano di Azione generale per la promozione, la valorizzazione, la fruizione, lo sviluppo e la gestione integrata delle strutture, degli spazi, dei servizi e delle attività per lo sport, il tempo libero e il benessere delle persone, con riferimento allo sviluppo sostenibile della città e del territorio. “L’attività fisica promuove il benessere, la salute fisica e mentale, previene le malattie, migliora le relazioni sociali e la qualità della vita, produce benefici economici e contribuisce alla sostenibilità ambientale” si legge in una nota. Questi principi, affermati e condivisi a livello internazionale con la “Carta di Toronto”, sono stati recepiti dall’Unione Europea attraverso il “Libro Bianco sullo Sport” (2007), sono stati inseriti nei diritti fondamentali del Trattato di Lisbona (2009) e sono stati sviluppati nel Documento Strategico adottato dalla Commissione Europea nel 2011, a cui si è adeguata la legislazione statale e regionale vigente.

«Tali norme, e i relativi obiettivi, sono stati indicati da molti anni dal Forum di Agenda 21 Locale, attraverso il Piano di Azione Ambientale Comunale, in quanto elementi qualificanti e di valore per assicurare livelli adeguati di qualità della vita dei cittadini e necessari indicatori di sostenibilità per la riqualificazione della città. Tuttavia, politiche specifiche in tal senso, malgrado l’evidenza delle criticità presenti (a fronte dei 9 mq per abitante di strutture, spazi e servizi per lo sport e il tempo libero previsti dalla legge, a Terracina siamo fermi a 4 mq per abitante), stentano ad essere elaborate ed attuate, al fine di dotare l’Ente Comunale di quegli strumenti essenziali di governo per poter pianificare, programmare e gestire efficacemente, nel breve come nel medio-lungo periodo, questo vitale settore della vita della città. È per tali motivi che il Forum di Agenda 21 Locale, con il documento elaborato, approvato e inviato di recente al Comune di Terracina, ha rinnovato la proposta di avvio del procedimento tecnico-amministrativo per l’adozione e l’attuazione del Piano di Azione in oggetto. Soltanto in questo modo sarà possibile affrontare e risolvere uno dei problemi annosi della nostra città (a partire dal completamento del grande complesso sportivo di San Martino) e consentire, in tal modo, di far divenire la dotazione degli impianti, dei servizi e delle attività per lo sport, il tempo libero e il benessere della persona una risorsa fondamentale e strategica per il raggiungimento dello sviluppo sostenibile della città e del territorio».

Share this post