“Piano di zona Calcatore” – Un quartiere senza anima”


Il piano di zona Calcatore posto a nord di Terracina nel triangolo delimitato tra Via della Neve – Stradone della Valle e la zona Ospedale sino alla galleria di Monte Giove.
Contiene al suo interno numerose cooperative e case private per 3.500 abitanti – una popolazione quindi numerosa, quasi assimilabile al piccolo Comune di Monte San Biagio.

“Come ogni piano di zona che si rispetti dovrebbe contenere al suo interno un centro polivalente quale scuole – servizi – e un’ampia zona a verde pubblico attrezzato – scrive in una nota Arcangelo Palmacci del Movimento Civico “Insieme a Te” – Con amarezza dobbiamo rilevare che proprio questi due elementi Centro Polivalente e mancanza di verde pubblico attrezzato costituiscono le due maggiori criticità del Quartiere, oltre lo Stradone della Valle unica viabilità importante di accesso al quartiere sprovvisto di marciapiede fondamentale per garantire la sicurezza di chi a piedi volesse percorrere tale strada.
Il centro polivalente posto al centro del quartiere, con intervento pubblico- privato doveva garantire al Comune alcuni locali – servizi oltre una Scuola per il quartiere Calcatore, fondamentale stante la numerosa popolazione residente.
In oltre dieci anni dall’inizio di questo intervento edilizio si è realizzato solo un importante punto vendita e pochi altri servizi, mentre, della Scuola non vi sono tempi certi della sua ultimazione e trasferimento della struttura al Comune.
Le foto evidenziano con chiarezza lo stato attuale dei lavori dopo oltre dieci anni dal loro inizio.

Il movimento civico “Insieme a Te” di cui ne sono il Responsabile chiede la convocazione di un’assemblea pubblica, ove, l’assessore competente e il responsabile del procedimento Arch. Cautilli spieghino agli abitanti del quartiere sullo stato dei lavori e i tempi di consegna delle strutture da trasferire all’amministrazione Comunale, perché, non vorremmo che trascorressero altri dieci anni ( 10 + 10) = 20 anni – (Una generazione)-
Altra grossa carenza è sicuramente la mancanza di verde pubblico attrezzato di cui l’unica presenza è costituita da una piccola area attrezzata in Via denominata “Parco del Riuso” .
Esiste una fascia di verde di rispetto compresa tra la zona Ospedale e alcune cooperative che riteniamo possa essere oggetto di un serio d’intervento, visto la sua lunghezza e in alcuni tratti di notevole ampiezza, che, in questo periodo si presenta di uno stato di completo abbandono.


La valorizzazione di questo verde con un percorso pedonale e ciclabile è di facile accesso, visto che alcune strade del piano di zona lo includono il loro percorso nel punto di accesso a questa fascia di verde.
Riteniamo che la prossima amministrazione che s’insidierà dopo le elezioni autunnali debba dare certezza dei tempi di realizzazione di questi due punti fondamentali per trasformarne il piano di zona “Calcatore” da quartiere dormitorio, quale esso oggi si presenta, in un quartiere con una sua anima dotata di quei servizi fondamentali per quelle famiglie che con molti sacrifici finanziari sono riuscite a comprarsi un’abitazione.
Noi come movimento Civico “Insieme a Te “ non lasceremo che su questa vicenda cali il silenzio, e invitiamo i cittadini a non dare ascolto alle facili promesse di campagna elettorale che spesso svaniscono il giorno dopo il risultato elettorale”.

Share this post