Piano strategico per la cultura, bocciata la mozione del Pd


La mozione era stata presentata dal Pd per chiedere l’attivazione di un Piano strategico per la cultura. Ma il Consiglio comunale ha votato contro. Dalla minoranza hanno provato a far passare l’idea di definire un documento programmatico per avere una visione complessiva sul sistema culturale locale. Insomma uno strumento che potesse mettere insieme, sotto un’unica regia e un coordinamento condiviso, tutela e fruizione dei beni e del paesaggio, servizi culturali di base, spazi per le attività culturali.

La richiesta del gruppo consiliare del Partito democratico arrivava anche a seguito della Fondazione di partecipazione, con la finalità di promuovere il patrimonio culturale del territorio. Ente che ha proprio l’obiettivo di promuovere il patrimonio culturale cittadino.

La mozione – depositata lo scorso dicembre ma discussa in aula solo nei giorni scorsi – intendeva impegnare il sindaco e la giunta promuovendo una «mappa di comunità» in grado di coinvolgere anche le scuole. Ma l’iniziativa della minoranza non ha trovato il consenso da parte dell’assise cittadina. Che ha votato contro e bocciato la proposta del centrosinistra.