Piccoli campioni sul tatami, successo per la Fenice agli open dei Castelli romani


Taekwondo, la “Fenice” si mette in mostra all’Open dei Castelli romani. La competizione nazionale si è svolta il 7-8 aprile al palasport di Velletri, riservata alle categorie esordienti A/B, cadetti A/B, junior e senior. L’importante evento sportivo ha visto la partecipazione di 1114 atleti, tesserati per 106 società provenienti da 13 regioni. Per l’occasione l’A.S.D. Taekwondo Fenice di Borgo Hermada di Simone Longarini, assistito dal coach Leonardo Longarini, piazzata lo scorso anno al terzo posto del medagliere, ha schierato 13 atleti. Ben 8 negli esordienti, 4 nei cadetti B e uno nei cadetti A.

Al termine della giornata di incontri riservata agli esordienti e ai cadetti, la Fenice è tornata a salire sul terzo gradino del podio della classifica per società con 8 ori, un argento e 2 bronzi. Hanno vinto l’oro negli esordienti: Riccardo Tamangi, Andrea Zappone, Davide Piroli, Samuele Mandatori, Martina De Bonis; bronzo per Raoul Sperlonga e Tommaso Mazzocchi. Nella categoria cadetti B, oro per Edison Andres Cormons, Giulia Senesi e Andrea Di Fabio. Argento per Flavia Macchione nei cadetti A cinture nere.

Gianni Fia e Matteo Petrucci, rispettivamente nella categoria esordienti e cadetti B, hanno ceduto il passo agli ottavi nonostante ottime prestazioni. «Una conferma esaltante» ha detto il D.T. della Fenice Simone Longarini. «Presentare una squadra ridotta nei componenti rispetto all’anno scorso e tornare a salire sul terzo gradino del podio della classifica per società è stato un risultato incredibile. I ragazzi sono stati fantastici. Hanno messo sul tatami un taekwondo solido, supportato da una condizione atletica di rilievo che misura la qualità e l’efficacia del lavoro svolto». Soddisfazione anche per i primi sorrisi che arrivano a pochi mesi dall’apertura della sede distaccata della Fenice presso la palestra Alpha Wonder Trainer di Borgo Vodice, con il bronzo conquistato da Tommaso Mazzocchi. Né ha demeritato l’altro esordiente di Borgo Vodice Gianni Fia il quale, come detto, agli ottavi ha ceduto il passo ad un atleta più esperto e di grado superiore.

Un ringraziamento doveroso, infine, a tutti i genitori per il supporto e il tifo, ha concluso Longarini. Un altro sentito ringraziamento va alla Dirigente Scolastica Maria Laura Cecere, al Vicario Erasmo Spinosa, alla Prof. Giovanna Bellina e a tutto il personale docente e non docente dell’Istituto Comprensivo “Alfredo Fiorini” di Borgo Hermada nella cui palestra si svolge l’attività sportiva.

Share this post