Plastica, polistirolo e “reperti”: raccolti venti sacchi di spazzatura in spiaggia


Una giornata diversa, passata in compagnia per fare qualcosa di buono per l’ambiente e per la comunità. L’appello di Fare Verde Terracina non è caduto nel vuoto: larga partecipazione della città all’iniziativa simbolo dell’Associazione ambientalista.

Domenica mattina all’operazione “Mare d’Inverno”, oltre ai volontari del gruppo locale erano presenti privati cittadini, il Consiglio Comunale dei ragazzi e dei bambini, l’associazione Ermada e  anche un paio di turisti. Una ventina i sacchi di spazzatura raccolti dei quali circa il 60% plastica (bottiglie per lo più), in aumento il polistirolo, mentre in netta diminuzione il vetro e l’alluminio. Tra i rifiuti ingombranti – fa sapere l’associazione – registriamo una tenda da campeggio, un paio di sedie in plastica, frammenti di pannelli in vetroresina e poi ancora i soliti cotton fioc, qualche siringa e resti di petardi e botti. «Un ringraziamento particolare va alla dirigente del settore Pubblica Istruzione, all’Assessorato all’Ambiente per il patrocinio all’iniziativa, al Vicesindaco e agli Assessori presenti e alla ditta De Vizia per la grande disponibilità».

Share this post