Polemica sulle scuole, Caringi replica: «Allarme ingiustificato»


Sulle scuole ogni allarme appare del tutto «ingiustificato». L’assessore ai Lavori pubblici Luca Caringi non perde tempo e risponde a tono alla consigliera del Pd Valentina Berti. Che con una lettera aperta aveva attaccato duramente l’amministrazione comunale. Il motivo? Le condizioni degli edifici scolastici di competenza del Comune. Soffitti ammuffiti, infiltrazioni d’acqua, lavori non a regola d’arte, tanto che l’esponente dem aveva parlato di «imbarazzo e rabbia».

«Mi preoccupo io di togliere dall’imbarazzo la consigliera Berti» replica Caringi. «La scuola Elisabetta Fiorini sta subendo lavori strutturali che procedono regolarmente e termineranno nei tempi previsti dopo le difficoltà della ditta che si è aggiudicata l’appalto». Anche perché in caso di inadempienze scatteranno le penali. A Borgo Hermada «l’intervento è stato compiuto a opera d’arte. La parte in cui si stanno verificando le infiltrazioni riguarda quelle che non hanno avuto interventi di ristrutturazione». Ci penserà quindi il Comune, con propri fondi, a intervenire.

Stesso discorso, insiste il delegato, per l’istituto Giovanni Paolo II. A mandare in tilt i bagni della scuola “Montessori”, invece, il tipo di carta igienica utilizzato. Che – stando a quanto riferito dai tecnici incaricati di risolvere il problema – non si dissolve facilmente e ostruisce gli scarichi. «Alla Montessori sono previsti inoltre lavori di sistemazione degli infissi. Tanto per essere precisi, non ci sono fondi messi a disposizione da Regione o Governo se non quelli utilizzati a Borgo Hermada e alla scuola Elisabetta Fiorini».

A sostegno di Caringi anche la consigliera di maggioranza Barbara Carinci, nel suo duplice ruolo di consigliere e di insegnante della scuola Fiorini. «Non condivido le parole di Berti». Parla di «presunti disagi per la sistemazione di Villa Adrover che risulta sufficientemente confortevole».

Share this post