Polizia locale ridotta ai minimi termini, il sindacato chiede interventi


Pochi agenti della polizia locale in servizio e un’amministrazione comunale che deva fare di più. È la Cgil Funzione pubblica a puntare nuovamente i riflettori sulla difficoltà in cui si trova a operare il Comando dei vigili urbani. «Solo 22 agenti – più i distaccati in altre sedi – compreso il comandanti e due impegnati come amministrativi. I numeri non lasciano dubbi» si legge in una nota del sindacato.

In pratica una ventina di agenti deve garantire traffico, sicurezza, controllo del territorio per una popolazione di 46mila abitanti. Il rapporto – prosegue il sindacato – è schiacciante: un vigile ogni 2.400 abitanti.

La Cgil non può fare a meno di lodare l’impegno profuso da ogni singolo agente e in generale dal Comando. Che, a dispetto dei numeri risicati, riesce comunque a tenere testa ai molteplici impegni.

Il sindacato interviene anche sulle assunzioni. «Pur riconoscendo valida la prevista assunzione tramite procedura concorsuale di cinque posti, la stessa pone molti dubbi poiché, ancorché a tempo indeterminato, non potrà, a nostro avviso, garantire un valido supporto dato che la stessa, essendo part-time, coprirà solo sei mesi l’anno. Senza considerare che l’anzianità di alcuni agenti consiglierebbe per questi turnazioni meno estenuanti».

Share this post