Ponte del Sisto, la burocrazia ferma tutto ma si apre uno spiraglio


La situazione del Ponte del Sisto dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) sbloccarsi nei prossimi giorni. L’attesa cresce anche perché ormai da mesi il percorso intrapreso da Comune di Terracina e Provincia di Latina porta nella direzione dell’installazione di un ponte provvisorio. E’ tornato a parlarne il sindaco Nicola Procaccini che, in occasione della conferenza stampa nei giorni scorsi, ha voluto manifestare il suo sconcerto per la situazione che è venuta a crearsi. Mancano due pareri – è stato chiarito – per poter procedere col posizionamento del ponte provvisorio. Roba burocratica insomma. Occorrono il parere del genio civile e l’autorizzazione paesistica regionale. Senza queste carte resta tutto fermo, come se l’assenza del ponte del Sisto, abbattuto per motivi di sicurezza oltre un anno fa, non costituisca un’emergenza di sicurezza, economica e per i tanti residenti e commercianti della zona.  «Siamo sfiancati da questa vicenda. È incredibile pensare che ci voglia un anno per mettere un ponte provvisorio di una corsia» ha pure commentato il primo cittadino. Il prossimo passo sarà quello di fare in modo che quella strada venga acquisita al patrimonio del Comune, passando di competenze da Provincia a Comune. 

Share this post