Ponte del Sisto, lo costruirà il Comune. Vertice in Provincia: svolta sul piano d’azione


ponte fiume sisto demolito. anxur time

Ponte del Sisto, si è arrivati a un punto di svolta per quella che ormai sembra essere diventata una vera e propria trattativa fra Provincia di Latina e Comune di Terracina. Dal faccia a faccia si è usciti con un’ipotesi di azione: la strada da provinciale diventerebbe comunale; il Comune realizzerebbe il ponte in un paio d’anni; la Provincia si preoccuperebbe di “tamponare” la situazione costruendo un ponte provvisorio in attesa di quello definitivo. Ora bisognerebbe lavorare su questo ipotetico piano di lavoro.

Nella giornata di mercoledì si è svolta in via Costa l’incontro, peraltro preannunciato, tra i rappresentanti dei due enti. Nei giorni scorsi, come si ricorderà, il sindaco Nicola Procaccini era tornato in pressing per chiedere di uscire dall’impasse sul ponte del Sisto. Chiuso lo scorso maggio per motivi di sicurezza, demolito a settembre e rimasto così. Un enorme disagio sulla strada provinciale Badino, principale punto di collegamento tra i Comuni di Terracina e San Felice Circeo, nonché zona altamente turistica vista la sua posizione sul litorale e l’attività nautica lungo le sponde del fiume Sisto. La Provincia non ha potuto ricostruire subito il ponte perché – ha ribadito più volte – non ha fondi necessari.

Il vertice ha dato i suoi frutti. Nel senso che, a quanto pare, si è usciti con un piano d’azione ben definito. La strada provinciale Badino diventerebbe comunale entro il 2019. Condizione necessaria, questa, a consentire al Comune di realizzare il ponte. I tempi previsti sono lunghi, almeno un paio di anni. Durante questo periodo via Costa indirebbe un bando per realizzare una struttura provvisoria a noleggio, per il transito dei mezzi a senso unico alternato. I tempi, in questo caso, sono più rapidi: 3 o 4 mesi. Il primo anno di noleggio sarebbe a carico della Provincia, il secondo a carico del Comune.

Share this post