Pontina e complanari “comunali”, via all’iter per declassificare la strada


La giunta dà l’ok alla declassificazione del tratto di stradale di Pontina dal km 106 al al km 109.200. La strada potrà quindi diventare da regionale a comunale. Nel giugno del 2017 l’Astral Lazio ha provveduto a consegnare al Comune le complanari lato mare e lato monte della strada regionale Pontina. Nel 2018 il Comune, al fine di migliorare la viabilità delle complanari all’ingresso del centro urbano, e per ridurre i rischi di percorrenza, ha effettuato un intervento di ampliamento delle carreggiate lato monte. Ora l’ente municipale intende perseguire l’obiettivo di migliorare la viabilità locale ma per farlo ha bisogno di eseguire interventi strutturali per rimodellare l’insieme delle carreggiate principali della strada regionale e le stesse complanari. E proprio per questo sarebbe auspicabile una gestione unitaria di tutte le arterie coinvolte nell’intervento, sia la regionale Pontina che le complanari. Come si legge nella deliberazione di giunta, “un intervento organico permette di risolvere le attuali problematiche connesse agli svincoli di immissione ed emissione dalla Pontina con particolare riferimento alle giornate di mercato settimanale”. Per la valorizzazione e messa in sicurezza dell’area si è quindi reso necessario considerare il tratto di strada fra il km 106 e il km 109 come strada comunale, previo accordo con l’attuale gestore e proprietario della strada che al momento risulta essere Anas. Dalla giunta arriva adesso l’ok ad avviare le procedure per declassificare il tratto stradale, di avviare uno studio locale per la valorizzazione e promuovere una richiesta di compartecipazione economica alla stessa Anas. 

Share this post