Pontina killer, la politica unisce le forze per la sicurezza stradale


I consiglieri pontini superano le divisioni di bandiere e partiti e uniscono le forze per la sicurezza della Pontina. I consiglieri regionali Gaia Pernarella, Giuseppe Simeone, Enrico Forte e Angelo Tripodi hanno inviato al presidente del Consiglio regionale Daniele Leodori un emendamento al bilancio di previsione finanziario 2018-2020. Nell’ambito dei prospetti economici, è stato chiesto di aumentare di un milione di euro per il 2018 le somme riducendo il fondo speciale in conto capitale iscritto nel programma “Fondi e accantonamenti”.

In altre parole, è stato chiesto di togliere alcuni soldi dal salvadanaio della Regione e di spenderli per la messa in sicurezza di un tratto killer della Pontina. E cioè l’incrocio tra la Pontina e la Lungo Sisto, all’altezza del km 99.815 della Pontina. Attualmente è presente infatti un’intersezione a raso classificata come “tratto di maggiore criticità assoluta”. Si tenga conto che in quel tratto di strada, peraltro poco illuminato e dove le vetture si muovono a velocità sostenuta, ci sono già stati tre incidenti mortali nell’ultimo anno. L’ipotesi è di realizzare una rotatoria affidando i lavori all’Astral. Una volta tanto la politica ha dimostrato di essere unita per il bene comune.

Share this post