Poste chiuse al Borgo, lo sfogo dell’assessore Marcuzzi


La Posta di Borgo Hermada chiusa per la 4^ settimana di seguito, è assurdo. L’assessore all’Urbanistica Pierpaolo Marcuzzi affida a un post su Facebook un duro sfogo per il disagio che stanno vivendo, già tra mille problemi dovuti al periodo, i residenti della frazione.

«In questa settimana che ci avvicina alla Santa Pasqua – scrive – mi ero ripromesso di fare il bravo e non fare nessuna polemica, mi dispiace, non ci riesco, sarà a causa della  quarantena. Come fa ad essere chiuso da 4 settimane l’ufficio postale di una delegazione di 12.000 abitanti? Nel comune di Terracina la sede centrale è aperta anche il pomeriggio, quella di viale Europa tutte le mattine, quella di La Fiora una volta  a settimana, perché quella di Borgo Hermada per il Coronavirus è sempre chiusa? Chiediamo alla gente di stare a casa, di fare la spesa in prossimità, di non fare assembramento e poi  facciamo andare tutte le persone che risiedono a Borgo Hermada a pagare le bollette ed a ritirare la pensione negli uffici del centro di Terracina già congestionati di loro? Non c’è nessuna logica per questa scelta Poste Italiane , è una vergogna.

Oggi preparo una lettera di protesta verso Poste Italiane e per conoscenza la indirizzerò anche alla Prefettura. Non ho scritto prima perché mi avevano detto che questa settimana aprivano a giorni alterni, invece sul sito delle Poste è chiusa anche per questa settimana.

Le Poste stanno creando un disservizio ad un quarto dei residenti di Terracina e li sta costringendo a spostamenti lunghi ed in luoghi affollati, proprio quello che non si deve fare in questo periodo. In queste settimane dovevano continuare il servizio almeno aprendo 2 volte a settimana, anche un giorno dalla A alla M è un giorno dalla N alla Z, ma non l’hanno fatto e per me non esiste una giustificazione accettabile  a tutto questo.

Di seguito vi riporto cosa ha scritto sul proprio sito Poste Italiane. Poste Italiane comunica che il servizio postale, alla luce delle norme anti-coronavirus, tenendo conto della tutela della salute dei propri lavoratori e dei cittadini, sarà garantito, seppur con qualche modifica. L’accesso agli uffici postali sarà contingentato e nei Comuni con un solo ufficio postale l’apertura sarà a giorni alterni. Il numero degli uffici postali aperti è proporzionato al numero di abitanti del Comune.

Come cambia il servizio di recapito. Poste italiane ha messo in campo delle modalità alternative di recapito per la corrispondenza (raccomandate e assicurate) e per la consegna de pacchi e degli invii col corriere espresso.

* Per la consegna della corrispondenza

* consegna di raccomandate e assicurate: il portalettere metterà la raccomandata/assicurata nella cassetta delle lettere o in un altro luogo che abbia i requisiti minimi di sicurezza e informerà il destinatario di tale modalità di consegna firmando i modelli di consegna e gli avvisi di ricevimento. Il destinatario può decidere di di farsi rilasciare l’avviso di giacenza per il ritiro presso l’ufficio postale. Nel caso il destinatario sia assente o rifiuti la raccomandata/assicurata, il portalettere procederà come di consueto, lasciando l’avviso di giacenza

* consegna in contrassegno o consegna a mani proprie: le consegne saranno fatte direttamente all’ufficio postale, previo rilascio dell’avviso di giacenza

* notifiche a mezzo posta: saranno recapitate direttamente all’ufficio postale. Il destinatario riceverà un avviso in busta chiusa a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento

IMPORTANTE:  per le raccomandate/assicurate i termini di giacenza saranno di 60 giorni e non più di 30 giorni.

* Per la consegna di pacchi e invii di corriere espresso

* Come per le raccomandate e assicurate, l’operatore consegnerà il pacco inserendolo nella cassetta postale o in un luogo che abbia i requisiti minimi di sicurezza, informando il destinatario di tale modalità di consegna ed apponendo la propria firma, in qualità di incaricato di pubblico servizio, sui modelli di consegna e sugli avvisi di ricevimento, oppure, prima della consegna del pacco, verrà trasmesso al destinatario via sms o via email un codice di 5 numeri da comunicare all’operatore che lo annoterà al posto della firma. In caso di assenza/rifiuto/impossibilità di contatto col destinatario, il pacco sarà posto in giacenza o restituito al mittente.

Quali i servizi sospesi

* Il servizio di prenotazione online (prenota Ticket), considerato che l’accesso agli sportelli è contingentato

* I termini per la presentazione dei reclami, concedendo quindi più tempo ai consumatori

* I servizi PosteIntreractive e Posta Target».

Share this post