Procaccini eletto al Parlamento europeo, l’analisi di Fratelli d’Italia


Nicola Procaccini presenta la Campagna elettorale differente. ANXUR TIME

«L’elezione del sindaco Nicola Procaccini al Parlamento Europeo, per territorialità di consensi e per risultati, rappresenta un successo senza precedenti per questa comunità». Così Fratelli d’Italia commenta, a distanza di una settimana, l’esito del voto del 26 maggio scorso che ha visto Procaccini essere eletto al Parlamento europeo. «Il risultato di Nicola è frutto di un consenso che sostanzialmente ha poggiato, in tutte le realtà del collegio, sull’ottima opinione di cui gode Terracina grazie all’azione di questa amministrazione. La soddisfazione per il risultato del 35% ottenuto dal partito a Terracina è immensa. Siamo la prima forza politica in città con un consenso unico. Questo successo è figlio di un costante ed assiduo lavoro sul territorio e di una politica presente e seria, oltre che della qualità di prim’ordine del candidato, capace di convogliare sul nome di Nicola anche il consenso di elettori dalle sensibilità politiche più diverse. L’esperienza amministrativa che ci vede impegnati ormai da anni a Terracina, sta facendo crescere una classe dirigente affidabile e capace di dare risposte alle esigenze della città e non solo. Adesso ci aspetta un impegno ancora più grande di quello svolto finora perché aumentano le responsabilità della politica  e anche le aspettative dei cittadini. Fratelli d’Italia è forse uno degli ultimi partiti tradizionali rimasti sulla scena politica nazionale. Nonostante la giovane età sua e della leader Giorgia Meloni, ha radici antiche e i suoi migliori interpreti, tra cui certamente c’è Nicola Procaccini, vantano una lunga militanza nelle fila della destra giovanile, una scuola politica che ha formato amministratori a tutti i livelli, premiando il merito e valorizzando le singole capacità che non possono essere, come è nell’ordine delle cose che afferiscono agli esseri umani, uguali per tutti. La nostra forza è la consapevolezza di conoscere quale sia il ruolo di ognuno e di quanto sia importante ogni singolo contributo nel rispetto di quello degli altri a prescindere dalla visibilità. Ciò che è veramente fondamentale è crescere come capacità e competenze personali per migliorare anche la qualità dell’offerta politica».

Share this post