Firmato il protocollo tra Comune e Consorzio turistico ‘Terracina d’Amare’


Firmato oggi il Protocollo d’Intesa tra il Comune di Terracina e il Consorzio turistico “Terracina D’Amare”, un accordo di collaborazione per la progettazione e lo sviluppo della promozione turistica della città. L’Amministrazione Comunale era rappresentata dal sindaco f.f. Roberta Tintari e dall’assessore al Turismo Barbara Cerilli mentre per il Consorzio Terracina d’Amare erano presenti il Presidente Andrea D’Onofrio e il suo fondatore Giovanni Amuro. Alla firma erano presenti tutte le categorie che compongono il comparto del turismo, uno dei più importanti per l’economia cittadina, e il Presidente della Fondazione Città di Terracina dott. Marco Ravaglioli, poichè l’offerta culturale è l’altro fondamentale attrattore turistico di Terracina.

Il sindaco Tintari nel suo intervento ha voluto sottolineare che “questo atto rappresenta in pieno il clima di collaborazione che si è instaurato tra Amministrazione Comunale e gli operatori turistici propriamente detti e le attività che ne costituiscono il preziosissimo indotto. Desidero ringraziare l’assessore Cerilli che da quasi 4 anni ha rilanciato il Tavolo del Turismo, uno strumento di confronto, collaborazione e partecipazione attraverso il quale sono state coinvolte tutte le categorie interessate. Anche in questo terribile periodo di blocco dovuto all’emergenza sanitaria il Tavolo ha continuato a riunirsi in videoconferenza per testimoniare la volontà di proseguire il percorso intrapreso e immaginare il dopo emergenza senza farsi trovare impreparati. Grazie al Consorzio ‘Terracina d’Amare’ e a tutti gli operatori del settore per la grande disponibilità che hanno dimostrato e continuano a dimostrare. Sono certa che la strada delle politiche turistiche partecipate sia quella vincente. In questi giorni anche il meteo sembra non voler aiutare la ripresa: la tenacia vostra, a cui aggiungo quella dei balneari, ripresenterà Terracina al meglio delle sue potenzialità. Siamo consapevoli che il successo dell’offerta turistica, strettamente legata anche all’eccelsa qualità dei nostri prodotti ittici e agricoli, crea ricchezza, occupazione e vantaggi per tutti. Solo chi è miope può pensare di denigrare quegli imprenditori e quelle famiglie che onestamente rischiano in prima persona investendo risorse economiche ed energie. A chiunque governerà la città in futuro lasciamo in eredità due strumenti preziosi come questo Protocollo e la Fondazione, destinata ad assumere un ruolo sempre più rilevante nella gestione del patrimonio artistico-culturale di Terracina”.

L’assessore Barbara Cerilli ha dichiarato di essere “orgogliosa per la firma di un protocollo che simboleggia la partenza di un progetto turistico strutturato, una novità per Terracina, che riconosce agli operatori del turismo un ruolo sempre più attivo e sempre più partecipato rispetto alle scelte dell’Amministrazione. Le iniziative e le idee esposte nel protocollo saranno operative già dai prossimi giorni, a partire da una City Card che racchiuderà una serie di servizi integrati destinati sia ai visitatori che ai terracinesi. Oggi stabiliamo contemporaneamente il punto di arrivo di un percorso durato ben 4 anni, fatto di riunioni, incontri, scambi di opinioni, e un punto di partenza che istituisce un nuovo approccio alle problematiche e allo sviluppo di un settore che forse la politica ha trattato per troppo tempo come una Cenerentola e che oggi, invece, assume un ruolo di primo piano per la nostra città. La nostra volontà e l’augurio più grande che intendo rivolgere è che il dialogo e la collaborazione raggiunta oggi possano costituire il modus operandi ordinario per chiunque amministrerà. Siamo passati attraverso uragani e pandemie mondiali, ma Terracina è ancora qui a raccontare a noi e al mondo la sua bellezza e un futuro tutto da scrivere la cui magnificenza dipenderà solamente da quello che saremo in grado di fare, che è ancora tanto e richiede grande impegno da parte di tutti”.

Share this post