Quanti soldi con le multe, ecco come saranno utilizzati


Per il 2019 il Comune ha deciso di ripartire i soldi incassati con le multe. Che sono tanti, grazie soprattutto alla miniera d’oro che si è rivelata il tutor installato in galleria in grado di sfornare migliaia di verbali nei confronti di automobilisti indisciplinati. La giunta comunale, oltre a quanto previsto dalla normativa vigente che vincola le amministrazioni locali a devolvere gli incassi a favore di interventi pubblici legati a sicurezza e viabilità, ha stabilito di destinare una ulteriore quota del 10%. Inoltre sarà disposta l’assunzione di otto agenti di polizia locale con contratto a tempo determinato, con la possibilità di incrementare questo numero se le norme lo consentissero. Si pensa inoltre di approvare progetti finalizzati al controllo della sicurezza urbana e stradale, incrementare il parco veicoli della polizia locale, adeguare i loro capi d’abbigliamento e potenziare le attrezzature in loro uso. Tra le intenzioni, anche l’acquisto di attrezzature elettroniche per il controllo del territorio. Quindi, a quanto pare, potrebbero arrivare nuovi autovelox in uso alla polizia locale. Infine con i soldi delle multe si provvederà a migliorare sicurezza stradale, fare la manutenzione, interventi su segnaletica e buche. Sulla base delle somme accertate nelle annualità precedenti, i proventi delle multe sono stati previsti – da qui al 2021- in 9 milioni l’anno. Di questi, un 40% vengono conteggiati nel fondo crediti di dubbia esigibilità, quindi al netto l’incasso sarebbe di 5 milioni 400mila euro l’anno.

Share this post