Dichiarato lo stato di calamità naturale, l’iniziativa della Regione


Nella mattinata di ieri, insieme al Presidente della Provincia, Carlo Medici, e al Direttore della Direzione Regionale del Lazio, Lasagna, si è svolto un incontro tra il Pd e il Sindaco Procaccini per portare la solidarietà ed il contributo della Regione, della Provincia e del Partito Democratico alla nostra città. L’occasione è servita per fare il punto della situazione di Terracina e per approntare la strategia migliore per affrontare le innumerevoli difficoltà che ci sono in questo momento. La situazione è difficile ed i danni sono ingenti soprattutto sul centro storico. Occorrerà del tempo e del lavoro per riportare tutto alla normalità. 

Intanto la Regione ha dichiarato lo stato di calamità naturale, inserendo Terracina tra i Comuni beneficiari degli aiuti. «L’Assessorato e la Direzione Regionale si sono subito attivati – si legge in una nota – per quanto di propria competenza, per monitorare e quantificare le conseguenze subite delle aziende agricole colpite dalle condizioni straordinarie di maltempo del 28 ottobre«. Lo dichiara in una nota l’Assessorato Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali della Regione Lazio. «Nella mattina di oggi l’assessore Enrica Onorati è intervenuta in Consiglio Regionale per relazionare sulle criticità e i danni riscontrati e per coinvolgere ed investire l’aula in merito agli interventi da mettere in campo per fronteggiare questa straordinaria emergenza. Contemporaneamente si è tenuto un sopralluogo preliminare nei Comuni maggiormente colpiti di Terracina, Fondi e Sperlonga. Un incontro che ha visto presenti il presidente della Provincia Carlo Medici, il direttore della Direzione Regionale Agricoltura assieme ai tecnici della Regione Lazio.  Nel pomeriggio, dopo aver chiesto un’integrazione urgente all’ordine dei lavori della CPA (Commissione Permanente degli Assessori), si affronterà, in questa importante sede nazionale di confronto, il tema dei danni ingenti in Provincia di Latina e nelle altre realtà territoriali del Lazio maggiormente colpite. Dalle prime ore di martedì sono state allertate le Aree Decentrate Agricoltura per l’attivazione delle procedure di valutazione di eventuali danni a produzioni agricole e strutture aziendali, sulla base delle segnalazioni che perverranno dai Comuni interessati. Con i nostri uffici stiamo fornendo continuo supporto ai sindaci per l’espletamento delle attività di richiesta del riconoscimento della calamità. Entro 5 giorni dalla fine dell’evento calamitoso, i Comuni devono segnalare all’ADA competente per territorio i riferimenti catastali delle aree colpite, le produzioni e le strutture danneggiate. A tal proposito nella sezione Agricoltura del sito web della Regione Lazio è possibile trovare la modulistica necessaria per le segnalazioni».

Share this post