Restyling di via Badino, i dubbi della cittadinanza sui lavori


«Terracina:  a quanto il completamento della messa in sicurezza di Via Badino?». Se lo chiede Arcangelo Palmacci, responsabile del movimento politico Insieme a Te. «I lavori della messa in sicurezza di un tratto di Via Badino  dovevano  essere ultimati come da contratto entro la data del 02 aprile 2019. A oggi – si legge in una nota – questi lavori, interrotti nel mese di Agosto, non risultano alla data del 13 settembre 2019 non più ripresi, generando dubbi e preoccupazione tra gli abitanti del quartiere vista anche l’importanza di via Badino nella viabilità cittadina. Riteniamo che l’Assessore ai Lavori Pubblici “ Caringi” debba intervenire per  meglio precisare i tempi previsti per l’ultimazione dei lavori. L’intervento dell’assessore è ritenuto necessario anche  alla luce  dello stato attuale dell’opera, circa due terzi dell’intero intervento, e alcune  contestazioni della direzione dei  lavori, con riferimento alla realizzazione dei cigli dei nuovi marciapiedi in travertino in numero di oltre novanta,  quasi un terzo dei cigli in questo periodo messi in opera.È evidente che, l’eventuale rimozione di tutti i cigli in travertino, oggetto di contestazione dovesse avvenire e quindi procedere alla loro sostituzione con altri nuovi cigli, contribuirà non poco all’allungamento dei tempi previsti. Altra questione rilevante sono  le nuove caditoie in ghisa, poste in opera per il deflusso dell’acqua  piovana,  che possiamo  definire  ballerine, in quanto tendono a sollevarsi a ogni  passaggio di automobili, nonostante fosse  previsto  un loro peso di circa kg.90 e un sistema di bloccaggio  a incastro che ne impedisce l’apertura. Infine, un’ultima richiesta di chiarimenti da parte dell’assessore sull’eventuale utilizzo del ribasso d’asta di oltre € 120.000. Riteniamo che tale somma debba trovare utilizzazione nella sostituzione dei cigli dell’altro lato del marciapiede, che, dopo molti anni dalla loro installazione, sono in parte spezzettati diventando spesso causa di cadute di persone anziane. La loro sostituzione, con altri nuovi cigli, la si ritiene opportuna, in questa fase dei lavori, prima dell’ultimazione del nuovo manto di asfalto previsto nell’attuale appalto per il tratto di Via Badino oggetto dell’intervento».

Share this post