Ricordato l’eccidio nazista a 71 anni. Era il 4 maggio 1944


eccidio Borgo Montenero 4 maggio 1944. Anxur Time

A distanza di 71 anni, l’Associazione combattenti e reduci sezione di Borgo Hermada ha voluto ricordare l’eccidio dei cinque martiri che disobbedirono all’ordine di evacuazione del comando tedesco. Finirono sotto il piombo nazista Giuseppe Gallo (allora 38enne), Vittorio Vagnozzi e Bernardo Savelli (entrambi di 23 anni), Cesare Cascarini (57enne) e Francesco Benvenuti di 39 anni.

Era il 4 maggio del 1944. Sul luogo dell’eccidio fu eretto poi un cippo con i loro nomi perchè quella data non fosse mai dimenticata dalla popolazione.

eccidio Borgo Montenero. Anxur Time

Il parroco di allora don Giuseppe Capitanio offrì la sua vita in cambio delle cinque persone catturate. Ma fu tutto inutile. Le vittime furono scelte tra le persone del luogo come spesso accadeva.

Ieri si è svolta una cerimonia a Borgo Montenero, prima con una Messa a suffragio e poi con la deposizione di una corona d’alloro al cippo dei fucilati. A Giuseppe Gallo, Vittorio Vagnozzi, Bernardo Savelli, Cesare Cascarini e Francesco Benvenuti sono intitolate alcune strade di Terracina nella zona cosiddetta Le Capanne.

Share this post