Rilevatori elettronici della velocità, i conti del mese di settembre


Galleria Monte Giove, tutor. anxur time

Circa 400mila euro con i rilevatori elettronici della velocità a Terracina: il Comune passa all’incasso per il mese di settembre. Nel mese di riferimento le riscossioni contabilizzate – si legge sulla determinazione dirigenziale – sono dell’importo di 382mila euro, dalle quali sono state trattenute 407mila di competenza del RTI. Per il mese di settembre scorso sono stati notificati con esito positivo e non pagati 1314 verbali di violazione al codice della strada per un importo complessivo di 230mila euro.

Share this post