I ringraziamenti di Fratelli d’Italia a Nicola Procaccini


fratelli d'italia. anxur time

Pubblichiamo integralmente la nota che Fratelli d’Italia ha rivolto al candidato a Sindaco Nicola Procaccini.

“Grazie Nicola per aver riportato a Terracina la politica con la P maiuscola dopo anni di lassismo amministrativo e vuoto di ideali. Sperperi finanziari, strade colabrodo, città soffocata e umiliata dalla immondizia nelle strade, peso politico e credibilità dell’ente ridotta a zero, fiducia nella politica del tutto assente.

Campeggiavano agli ingressi di Terracina le scritte “Welcome” sovrastate dai rifiuti. Una mortificazione viaggiata in rete, esportata nel mondo. Da quelle istantanee, però, siamo passati al 70% di raccolta differenziata, dal dissesto finanziario alla sistemazione dei conti, dal decoro urbano da bidonville alla creazione di un paese confortevole e a misura di cittadino, dalla politica dell’improvvisazione e del clientelismo a quella per la città e le sue esigenze.

Grazie Nicola per averci restituito l’orgoglio di sentirci terracinesi. Liberi e forti, al di là di ogni steccato. L’incontro dopo lo scontro con Gianfranco Sciscione ha sancito la “rinascita” della nostra comunità: vi siete conosciuti e avete puntato sul molto che vi univa invece che sul poco che vi divideva, avete esaltato i valori in comune di uomini e donne liberi. Tutti uniti sotto un’unica bandiera, la nostra bandiera. “Chi ama Terracina la difende” non è uno slogan, bensì è la battaglia che stiamo combattendo per l’autonomia decisionale e politica della nostra città, affrontando lacchè di corte, politici imbrillantinati e luogotenenti in missione speciale. È la vera sfida del futuro, per Terracina e per i terracinesi.

Nicola Procaccini

Grazie Nicola per il senso comunitario ed identitario che hai instillato in ognuno di noi. La destra, quella dei valori e delle idee, viaggia grazie a uomini come te. Cammina sulle gambe di chi scende in campo mettendoci la faccia, rischiando la propria carriera, la propria vita professionale. In fondo, citando Giorgio Almirante “la destra o è coraggio o non è”, e tu ce l’hai dimostrato. Spezzando le catene con il ras, richiamando la tua gente alla coesione e alla ribellione.

Grazie Nicola per il tuo impegno, la tua passione. La tua passione per la politica e per Terracina è “antica” e indiscutibile. Dopo esserne stato uno dei fondatori, nel 1996 hai fatto svolgere il primo campo nazionale di Azione Giovani, movimento giovanile di AN, proprio a Terracina, per mettere al centro di un progetto politico nazionale anche la nostra città. L’anno seguente sei risultato il più giovane consigliere comunale mai eletto, oltretutto in una tornata elettorale segnata dalla sconfitta. Il tuo viaggio è stato lungo e ricco di soddisfazioni, a livello nazionale ed oltre confine. Ma quelle radici profonde che non gelano mai, nella primavera 2011, ti hanno riportato a casa. Hai indicato la rotta, con garbo e stile, classe ed acume politico. Alle tue spalle una nuova classe dirigente è emersa dalle macerie morali e materiali del nardismo, tra mille difficoltà e un cordone ombelicale partitico reciso per il bene supremo di Terracina.

Grazie Nicola per la tua scelta di campo. In un’ epoca in cui regnano materialismo ed indifferenza, la forza delle idee e la tenacia di esporle in modo disinteressato sono il tuo, il nostro biglietto da visita. Grazie, infine, per l’avventura che stiamo vivendo insieme. Tra periferie riqualificate, piazze ritornate alla collettività dopo anni di incuria, giardini e spazi verdi “rifioriti” ed intere aree riconsegnate ai giovani e ai loro interessi.

Luoghi che trasudano terracinesità e profumano di storia. Questa è la nostra Terracina, quella in cui crediamo e per cui combattiamo. Soprattutto per merito di un giovane visionario follemente innamorato come te.

Grazie Nicola. E a buon rendere.

Coordinamento cittadino Fratelli d’Italia –An

Share this post