Ripristinata l’attività rogatoria del Comune di Terracina


palazzo comunale 5 stelle.jepg

Lo scorso mese di gennaio il Comune di Terracina, con una nota trasmessa dal sindaco, aveva sospeso l’attività rogatoria in seguito allintervenuta modifica delle norme sulla trasmissione telematica degli atti, a cui l’Ente Comunale doveva uniformarsi, e ad una serie di problematiche conseguenti alla carenza di organico e difficoltà finanziarie. In realtà, già ad ottobre 2016 il Comune aveva provveduto a richiedere all’Agenzia delle Entrate l’utilizzo del servizio telematico per la cui attivazione, però, c’è stato bisogno di un certo periodo a causa dei tempi necessari per la fornitura degli accrediti e la formazione. Oggi, fortunatamente, oltre ad aver superato le altre difficoltà che contribuirono all’assunzione del provvedimento di interruzione, sono state acquisite le strumentazioni tecniche e le competenze necessarie che consentono il ripristino di questo importante servizio. È quindi nuovamente possibile procedere alla registrazione degli atti, ma non alle trascrizioni immobiliari poichè il loro invio telematico rimane uno strumento utilizzabile esclusivamente dai notai. Per quanto riguarda questo aspetto delladempimento, il Comune di Terracina sta predisponendo un servizio di presentazione delle note di trascrizione tramite propri funzionari che si recheranno personalmente presso la competente Agenzia del territorio. Tale prestazione prevederà un costo per i cittadini a titolo di rimborso spese, ma comunque di gran lunga inferiore rispetto a quanto si spenderebbe effettuando l’intera procedura presso uno studio notarile. Il sindaco Procaccini dichiara che “finalmente la situazione sembra risolta e possiamo nuovamente fornire un servizio atteso da molti. È sempre molto poco piacevole trovarsi nella situazione di dover obbligatoriamente ridurre, ritardare o negare delle prestazioni ai cittadini. Ora anche questo scoglio è stato superato ed è stata ripristinata la normalità”.