Riunione dei capigruppo per l’emergenza Covid, Berti (Pd): «Intervenire in modo efficace»


Ieri mattina su convocazione del sindaco Roberta Tintari i capigruppo consiliari si sono riuniti per discutere sulle modalità d’ intervento per fronteggiare l’emergenza COVID 19 sul nostro territorio. Ognuno ha fatto una proposta più o meno articolata, ponendo domande e richiedendo informazioni sulla situazione attuale. Tra i partecipanti anche la capogruppo del Pd Valentina Berti.

«Il focus della mia proposta presentata in aula – ha affermato – è stato il raggiungimento di obiettivi ” pratici” completamente orientati al sostegno dei cittadini, senza tanti “proclami” irrealizzabili che tradirebbero ulteriormente la già precaria fiducia dei nostri concittadini. Ho richiesto di “fotografare” lo stato dei reali bisogni dei Terracinesi in questo momento attraverso tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione(isee,cud,etc) in modo da mappare con la massima precisione i nuclei familiari maggiormente esposti, disoccupati, famiglie monoreddito, pensionati, persone che hanno perso il lavoro e/o non hanno entrate economiche.

Tutto questo per rendere  il nostro intervento più efficace ed efficiente possibile e mirato alla fascia di popolazione più bisognosa. Ho richiesto la massima collaborazione e condivisione democratica di tutte le decisioni e iniziative attraverso lo strumento del Consiglio comunale allo scopo di evitare di commettere errori che potrebbero riportare il nostro Comune ad un nuovo dissesto economico. Ho chiesto l’istituzione di un conto corrente bancario sul quale poter fare donazioni a sostegno della popolazione così come è stato fatto subito dopo il tornado per l’acquisto di beni di prima necessità'(alimentari, farmaci e spese mediche). Ho fatto la proposta di utilizzare se necessaria l’anticipazione di cassa disponibile in caso di eventi straordinari per sostenere nell’immediato le attività e i servizi più importanti oppure di utilizzare la parte non vincolata dei proventi realizzati con le violazioni al codice della strada per mezzo dei tutor.

Per quanto riguarda le rette degli asili nido e materne, il trasporto scolastico si potrebbero protrarre i termini di pagamento ricoducendoli al periodo di fruizione. Abolizione di tasse come la cosap(occupazione suolo pubblico), delle insegne pubblicitarie per tutta la durata della chiusura delle attività. Capire se parte dei trasferimenti all’ Azienda Speciale possono essere utilizzati temporaneamente per fronteggiare le imminenti necessità! Di questo e di molto altro si è discusso chiaramente ci saranno nuovi incontri per definire il tutto. Sappiamo che non c’è molto tempo …che molte famiglie già oggi si trovano in difficoltà…e quindi confidiamo nella sensibilità e nella responsabilità di tutta l’amministrazione al fine di trovare al più presto le soluzioni migliori!»

Share this post