Scuola, Zicchieri difende il crocifisso: «Il ministro lasci stare i simboli della cristianità»


Scuola, l’onorevole della Lega Francesco Zicchieri sul ministro all’istruzione Fioramonti lasci stare simboli cristianità. «Consiglio al neo ministro Fioramonti – scrive l’Ansa riportando una dichiarazione di Zicchieri – di concentrarsi sulle pareti del nuovo ufficio, conquistato solo attraverso un vergognoso inciucio di palazzo, e lasci stare il simbolo della nostra cristianità. Che la sua assurda proposta di togliere dalle pareti delle aule di scuola i crocifissi sia una triste trovata per aggiudicarsi le prime pagine dei quotidiani non ci stupisce poi molto, peggio sarebbe se davvero questo governo prendesse la decisione di togliere la testimonianza delle radici del nostro Paese per non turbare studenti di altre religioni. Il ministro pensi, piuttosto, a garantire ai nostri alunni la migliore istruzione, compresa la geografia che tanto gli sta a cuore. Spiace e stupisce, invece, che l’arcivescovo di Monreale, Michele Pennisi, dedichi il suo tempo a parlare o, ancor peggio, a fare politica invece di pensare alla Chiesa italiana e, considerato il ruolo che ricopre, non difenda il simbolo della nostra fede». Cosi’ Francesco Zicchieri, vice capogruppo della Lega alla Camera.

Share this post