Sempre più rotondi i numeri della Podistica Terracina


Roberto del Bono, podistica terracina. anxur time

Continuano ad andare a manetta gli atleti della “Podistica Terracina”. Anche nella 16^ edizione del trofeo podistico ”Città di Sezze”, una classica di primavera molto tosta e partecipata, i ragazzi del Presidente Egidio Pagliaroli hanno dato l’ennesima dimostrazione di forza.

Ha dominato la propria categoria Tonino Panno, reagendo con grinta ad ogni tentativo di rimonta dei suoi inseguitori. Il fuoriclasse pontino, proprio grazie alla sua condotta di gara sempre in attacco, è riuscito ad aggiudicarsi anche questo trofeo, arricchendo così il suo già pregevole palmares.

Un’altra bella pagina di sport è stata scritta da Roberto Del Bono e Vincenzo Di Girolamo. I due alfieri della spedizione terracinese, dopo avere corso fianco a fianco, sempre nel drappello di testa, gran parte della gara, si sono affrontati in una volata all’ultimo respiro, nel corso della quale, contrariamente a ciò che generalmente accade nelle competizioni agonistiche, si sono incoraggiati e spronati l’un l’altro fin sotto il traguardo, dove sono giunti secondi nelle rispettive categorie.

asd podistica terracina. campionati italiani asi formia gaeta. anxur time

“Non deve meravigliare – commenta il presidente Pagliaroli – che a prevalere per una manciata di secondi, contrariamente alle previsioni, sia stato Roberto, in uno stato di grazia davvero strepitoso. Ciò che deve sorprendere, oltre al bellissimo gesto atletico di chi, come lui, ha provato a ridefinire il proprio concetto di limite, è che anche Vincenzo, reduce dal tostissimo “2° Eco Trail”, corso il giorno prima a Rocca d’Evandro (CE), dove si è peraltro classificato terzo fra gli assoluti, abbia trovato la forza, non solo per correre alla media di 3:36/Km, ma anche per incitare il proprio compagno di squadra sino addirittura a farsi superare. Gli avversari – aggiunge sicuro – faranno  bene a guardarsi le spalle, perché Roberto e Vincenzo sono più forti che mai e, la prossima volta, non faranno prigionieri!”.

Zona alta della classifica anche per il decano della spedizione, il fortissimo Giustino Altobelli, e per Matteo Cimaroli e Pasquale Balzano: atleti di grande spessore e concretezza.

Spicca, in campo femminile, la bella prova di Federica Francioni che, nonostante un lungo periodo di inattività, è tornata alle gare con la solita energia e con una spinta motivazionale ancora più marcata.

A mantenere alto il buon nome della squadra anche Paolo Sessa, Adriano De Rita, Valentino Masci e Silviano Valenti (alias “Ganciaro”). Per tutti, oltre alla soddisfazione di un riscontro cronometrico davvero gratificante, anche l’impegno a non mollare, proprio adesso che il gioco si fa più duro.

 

 

 

 

Share this post