Servizio civile al Parco Ausoni, progetto a Campo Soriano


Pubblicato il decreto dei progetti di Servizio Civile Universale finanziati per il 2019: c’è anche quello dell’Ente Parco Monti Ausoni e Lago di Fondi. Novità di quest’anno: la candidatura dei giovani andrà presentata esclusivamente on-line su piattaforma cui accedere attraverso SPID, il Sistema Pubblico d’Identità Digitale. Ieri 26 agosto 2019 con il Decreto n. 521 del Capo del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, sono stati individuati i progetti di servizio civile universale che sono finanziati con le risorse del Fondo nazionale per il servizio civile per il 2019 e potranno essere realizzati sul territorio nazionale ed estero.

Tra i progetti scelti, nell’ambito di quelli presentati da enti iscritti all’Albo della Regione Lazio, c’è anche il progetto dell’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi: “Vivere il Parco tra ambiente e cultura”.

Il progetto verrà realizzato sul territorio del Parco e nello specifico prevede l’impiego di 20 giovani in servizio civile così ripartiti:

– a Fondi (LT):Palazzo Caetani: 6; Complesso San Domenico: 5; Museo Ebraico: 4; Villa Placitelli: 2;

– a Terracina (LT): Campo Soriano: 3.

Il Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale ieri ha comunicato che <La pubblicazione dell’elenco dei progetti finanziati prima dell’emanazione del Bando di selezione degli operatori volontari, prevista per i primi giorni del prossimo settembre, nasce dall’esigenza di garantire agli enti il tempo necessario per preparare un’adeguata pubblicità ai progetti e favorire quindi l’accessibilità dei giovani ad informazioni corrette e dettagliate, così da incentivare una partecipazione più ampia e consapevole al servizio civile>.

(www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it/dgscn-news/2019/8/decretoprogettifinanziati.aspx)

E’ importante evidenziare che quest’anno, per la prima volta, la candidatura dei giovani si potrà presentare solo in modalità on-line grazie ad una specifica piattaforma, raggiungibile da computer, tablet o smartphone, cui si potrà accedere attraverso SPID, il “Sistema Pubblico d’Identità Digitale”.

Per questo, in particolare, il Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, comunica che <chi intende partecipare al Bando, che sarà pubblicato i primi di settembre prossimo e che, si ricorda, è destinato a giovani tra i 18 e i 28 anni, può intanto cominciare a richiedere lo SPID con un livello di sicurezza 2; sul sito dell’AGID – Agenzia per l’Italia digitale (www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid) sono disponibili tutte le informazioni necessarie, anche con faq e tutorial. Chiaramente la richiesta dello SPID potrà essere effettuata anche dopo la pubblicazione del Bando>.

Share this post