Servizio idrico, la conferenza dei sindaci blocca gli aumenti


Grazie all’intervento tempestivo dell’Otuc, l’organismo tutela utenti e consumatori dell’Ato4 Latina, la Conferenza dei Sindaci e del Presidente del’ATO4, socia maggioritaria del Servizio Idrico pontino, nella riunione odierna ha bocciato  la variazione del piano tariffario per gli anni 2018/2019 ed   i relativi aumenti, così come proposto dal gestore Acqualatina.

«Le tariffe – si legge in una nota – rimarranno quindi quelle approvate con delibera della Conferenza dei Sindaci  del 2017. L’ulteriore aumento  suggerito dal gestore con la ristrutturazione dell’articolazione tariffaria, realizzata pro domo sua, non è stato condiviso dai sindaci dei comuni del sud pontino, primi fra tutti Formia e Latina. Per una volta si è fatto squadra nell’interesse dei cittadini . Esprimiamo soddisfazione per il risultato raggiunto. Per la prima volta è stato accolto ed analizzato un documento a firma OTUC, inviato a tutti i sindaci 5 giorni prima della conferenza del 19 u.s., in cui sono state evidenziate  le storture e le mancanze più evidenti della gestione del servizio idrico. Vogliamo esprimere soddisfazione anche riguardo all’impegno assunto dalla Conferenza con riferimento alla risoluzione del  problema della totale assenza della STO (priva di personale adeguato nonostante le ripetute richieste in merito alla Regione). Da notare  che la Sto, Segreteria Tecnica Operativa, è l’organo che dovrebbe garantire un controllo costante e totale sul gestore  per conto della quota pubblica. Il  risultato di oggi ci fa sperare per il futuro in un maggiore interesse per le esigenze dei cittadini, interesse che può essere realizzato soltanto in presenza di Sindaci attivi ed informati sulla materia “ACQUA”».

Share this post