Sit-in degli studenti di Scienze Infermieristiche, solidarietà del consigliere Di Girolamo


«Si è tenuta stamani dinanzi l’ingresso dell’osp. Fiorini di Terracina una manifestazione studentesca regolarmente organizzata. Protagonisti una quarantina di studenti al grido di “de la virtù cote è lo sdegno” , stimolo alla volontà citando T. Tasso, in merito alla mancata ripresa delle attività di tirocinio professionalizzante previste dal corso di studi». A fare eco alla manifestazione e a darne notizia è il consigliere comunale Vincenzo Di Girolamo. «Nonostante i vari DPCM del Governo e i DM del Mur per il contrasto alla pandemia non abbiano mai previsto l’interruzione delle attività professionalizzanti consentendo una congrua parte del tirocinio in reparto oltre alle lezioni a distanza, presso la sede di Terracina è venuto a mancare proprio il momento formativo più importante per l’esperienza dei giovani infermieri. L’ASL nelle vesti del direttore sanitario dr Ciarlo ha accolto positivamente le richieste degli studenti proponendo l’inserimento degli stessi in una piattaforma locale di vaccinazioni offrendo piena disponibilità alla presenza degli studenti e allo svolgimento del tirocinio in ospedale. Purtroppo l’assenza in loco di rappresentanti e dirigenti universitari del polo pontino lascia intendere una mancanza di dialogo con gli studenti che ad oggi si ritrovano nella spiacevole situazione di non raggiungere il tetto di ore formative sufficienti al completamento dell’iter universitario con ritardi nelle tempistiche di laurea e disagi economici sia per l’aumento dei contributi universitari che per le spese della vita fuorisede». Presenti sul posto anche le forze dell’ordine, il vicesindaco Marcuzzi ed il consigliere di Fd’I Di Girolamo Vincenzo, medico del Fiorini ed ex rappresentante di facoltà, che ribadisce il ripristino della frequenza per evitare discriminazioni. «Questi infermieri sono motivo d’orgoglio per la nostra comunità, arricchiscono con la loro presenza il nostro ospedale e sono realtà integrata della quotidianità terracinese. Terracina può vantare la formazione di professionisti in ambito sanitario su tutto il territorio nazionale. Appoggiare gli studenti garantendo loro un incontro con ASL ed università è quanto di meglio auspicabile per permettere una pronta e piena ripresa di tutte le attività formative ai fini dell’apprendimento delle competenze specifiche».
Saluti, vincenzo

Share this post