Soldi incassati in più per errore, scattano i rimborsi di Imu e Tasi


Soldi incassati per sbaglio, ora scattano i rimborsi a favore di contribuenti che hanno notato gli errori nelle cifre versate all’ente e hanno chiesto di riavere indietro le somme di cui hanno diritto. Dopo tutti gli accertamenti del caso, gli uffici del settore Entrate del Comune hanno verificato che in effetti sul conto dell’ente sono finiti più soldi di quanto era dovuto. Sulla base delle domande di rimborso ricevute, dei versamenti e delle denunce Imu e Tasi, risultanti nella banca dati, si è stabilito di restituire circa 23mila euro per l’Imu e 1.500 euro per la Tasi a favore dei contribuenti. 

Share this post