Somme intoccabili, 15 milioni di euro sottratte a esecuzione forzata


La giunta comunale delibera l’individuazione delle somme da sottrarre ad esecuzione forzata nel secondo semestre 2020. Secondo le normative del Testo Unico, non sono ammesse procedure di esecuzione e di espropriazione forzata nei confronti degli enti locali limitatamente a determinate somme. In particolare l’amministrazione ha dichiarato impignorabili somme per un totale di 15 milioni di euro. Nello specifico si tratta di 6 milioni di retribuzioni e oneri previdenziali e assistenziali, 4 milioni per rate di ammortamento mutui e infine 5 milioni per servizi indispensabili. La giunta stabilisce inoltre che non sono pignorabili i beni appartenenti al patrimonio indisponibile di questo ente e, cioè, i beni destinati a sede degli uffici pubblici con i loro arredi e beni destinati a pubblici servizi.

Share this post