Somme sicure, individuato il tesoretto inattaccabile da eventuali creditori


Come da prassi, anche per il semestre che si aprirà il 1 gennaio prossimo, il Comune ha individuato le somme da sottrarre a esecuzione forzata. In parole povere, si tratta di denaro inattaccabile da parte di eventuali creditori nei confronti dell’ente municipale. Le somme individuate, per un totale di 13 milioni e mezzo di euro circa, corrispondono alle categorie di denaro che, in caso di esecuzione forzata, metterebbero in crisi il regolare andamento dell’ente e quindi sono dichiarabili – per legge – inviolabili da parte di soggetti terzi. Nello specifico parliamo di retribuzioni e oneri previdenziali e assistenziali, rate per ammortamento di mutui e fondi per servizi indispensabili.

Share this post