Spiaggia libera alla Pro Infantia va all’Azienda speciale con servizi per disabili


bandiera blu

Approvata la proposta di deliberazione della Giunta Comunale di Terracina riguardante l’affidamento all’Azienda Speciale Terracina del tratto di spiaggia libera ubicato sul Lungomare Circe, altezza “Pro Infantia”, al fine di attrezzarla per l’erogazione di servizi necessari alla sua fruizione da parte di persone diversamente abili. È stata approvata ieri, con voto unanime, la proposta di deliberazione della Giunta Comunale di Terracina riguardante l’affidamento all’Azienda Speciale Terracina del tratto di spiaggia libera ubicato sul Lungomare Circe, altezza “Pro Infantia”. Tale affidamento risponde ai criteri fissati dal Regolamento Regionale n. 19/2016, articoli 6 e 7, al fine di attrezzare il su menzionato arenile in modo specifico per l’erogazione di servizi necessari alla sua fruizione da parte di persone diversamente abili.

La convenzione su proposta dell’Azienda speciale

L’Amministrazione Comunale ha deciso – su proposta dell’Azienda Speciale stessa – di stipulare tale convenzione a seguito della recente rinuncia da parte della cooperativa assegnataria mediante un avviso pubblico emanato nel marzo scorso. Il predetto regolamento regionale indica i servizi fondamentali da assicurare nelle spiagge libere: servizi di assistenza e di salvataggio; servizi igienici, accessibili anche alle persone diversamente abili; servizi di pulizia assicurati almeno una volta al giorno; uno o più percorsi fino alla battigia per la fruizione dell’arenile anche da parte delle persone diversamente abili. Tali disposizioni consentono all’Ente di assicurare nei tratti di spiagge libere – senza nessun esborso economico – i servizi di assistenza e pulizia, oltre al servizio di salvataggio, altrimenti garantito mediante l’installazione di cartelli monitori indicante la mancanza del servizio.

L’assessore Percoco: «Una risposta concreta alle istanze sociali»

“Con questo accordo, iniziamo a dare una risposta concreta alle istanze sociali riguardanti la fruizione della spiaggia anche da parte di persone diversamente abili – spiega l’assessore al Demanio Marittimo, Gianni Percoco – Si tratta di primi, ma significativi interventi: bagni, docce, camminamenti verso la battigia, ombrelloni posizionati giornalmente con annesso percorso di raggiungimento e una zona coperta di 25 mq, come prescritto dalla normativa in vigore. Era obiettivo di questa Amministrazione, sin da quando abbiamo individuato nell’arenile antistante la ‘Pro Infantia’, l’installazione di apposite infrastrutture per permettere anche ai diversamente abili di accedere alla spiaggia. L’avviso pubblico non ha sortito gli effetti sperati, quindi abbiamo deciso di intraprendere un nostro cammino. Èsolo il primo passo di un percorso che porterà continui e costanti miglioramenti nel tempo: l’Amministrazione Comunale di Terracina è sempre pronta a collaborare con le associazioni che si occupano della tutela dei disabili, ascoltandone le esigenze e le proposte, per poter operare meglio già a partire dal prossimo anno”.

“Fin dallo scorso gennaio si era stabilito di concedere, mediante avviso pubblico, il tratto di spiaggia all’altezza della ‘Pro Infantia’ alle associazioni a tutela dei diversamente abili, per far fronte a un problema assai sentito, come quello dell’abbattimento delle barriere architettoniche – le parole dell’assessore alle Politiche Sociali, Roberta Tintari – Purtroppo, la recente rinuncia della cooperativa aggiudicataria dell’avviso ci ha messi in difficoltà. L’Azienda Speciale, sensibile a questa importante tematica, ci ha fatto questa proposta di convenzione, per poter dare una prima, concreta risposta al territorio. Si tratta di una primissima serie d’interventi, che contiamo di implementare dal prossimo anno. Ringrazio l’Azienda Speciale Terracina, che con la sua proposta ha colto l’importanza di una necessità che andava decisamente colmata”.

Share this post