Sportello agricolo, parla Senesi: «In silenzio non ci siamo mai stati»


Non si fa attendere la replica all’intervento del consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone, che ha criticato la giunta Zingaretti sulla questione dello Sportello agricolo di zona di Borgo Hermada. La struttura è chiusa da anni, nonostante le promesse di una riapertura e nonostante l’importanza strategica del servizio. La replica è affidata a Marco Senesi, presidente dell’associazione civica A.La Sociale. 

«Ho sempre pensato che una buona azione amministrativa – si legge in una nota di Senesi – richiede la partecipazione vera e concreta della maggioranza e dell’opposizione che, ricopre in alcuni casi, un ruolo più importante della prima. L’obiettivo dell’opposizione opposizione infatti non può e non deve essere quello di contrastare la maggioranza. Il ruolo dell’opposizione, a mio avviso, è quello di sollecitare e incentivare la maggioranza a fare meglio a fare di più. Perché In questo modo chi ne beneficerà sarà la comunità. Trovo per questo motivo in parte giusto l’intervento del consigliere di opposizione in consiglio regionale Simeone. Di recente infatti il Presidente Zingaretti si è recato a Priverno nell’area archeologica di Mezzagosto perché grazie alla Regione Lazio è tornata alla luce l’antica Privenum.

Marco Senesi

A fare gli onori di casa oltre al Sindaco Bilancia anche l’assessore Onorati anche lei di Priverno. Come cittadini di questa città, di questa provincia e di questa regione siamo sempre felici quando si fanno operazioni tese a migliorare e valorizzare il nostro territorio, e dobbiamo dire che la Regione Lazio in questi anni ha fatto tanto, ma nel clima di festa ci saremmo aspettati che l’assessore, anche se di Priverno ma pur sempre assessore regionale, si ricordasse dello sportello agricolo di B.go Hermada chiuso da anni. Oggi completamente ristrutturato a cui sono legate numeri alla mano 9500 aziende agricole, 50 cooperative ortofrutticole, 100 tra aziende vivaistiche, frantoi, industrie olearie e caseifici. Ma non solo, come detto più volte riaprire lo sportello vorrebbe dire tornare a dare informazioni per i servizi Psr e Feamp (Programma di sviluppo rurale e Fondo europeo affari marittimi e pesca). Ma non solo. Il nuovo sportello agricolo potrebbe essere utilizzato anche per convegni e conferenze destinati soprattutto ai più giovani imprenditori al fine di creare una nuova e più moderna consapevolezza della tutela e della gestione delle risorse e del territorio. Mi perdonerà quindi il consigliere Simeone se mi permetto di fare un appunto perché solo in parte condivido il suo intervento. La parte che non condivido è quella del silenzio di tutti. Forse il consigliere era distratto ma la battaglia sullo sportello agricolo è una battaglia che ci appartiene e che da tempo portiamo avanti. Una battaglia che ci ha visto in questi anni protagonisti insieme agli amministratori locali e regionali. Che ci ha visto protagonisti insieme al Sindaco Procaccini e il Consigliere Enrico Forte. Insomma proprio in silenzio non ci siamo stati».

Share this post