Stalker e testimone di nozze, arriva la condanna. La difesa pronta al ricorso


Si è concluso il 17 luglio scorso il processo penale a carico dello stalker-testimone di nozze, imprenditore terracinese che fu oggetto di un’indagine lo scorso anno. Il procedimento si è concluso con una condanna a due anni e sei mesi di reclusione: questa la sentenza emessa a seguito di una camera di consiglio di circa un’ora terminata alle 18 del pomeriggio. La pronuncia è arrivata all’indomani di una richiesta a tre anni di reclusione formulata dal pubblico ministero alla quale si associava la parte civile rappresentata dall’avvocato. De meo del foro di Cassino. D’altro canto si opponeva, con una richiesta di assoluzione con formula piena, l’avvocato dell’imputato Marco Popolla, dal momento che a parere della difesa c’era la totale insussistenza dei fatti così come contestati e dunque l’infondatezza della notizia di reato. La motivazione è attesa tra novanta giorni. «La difesa – si legge in una nota del legale – preannuncia il ricorso in Appello da parte dell’imputato che continua a sostenere la propria innocenza e lo farà anche dinanzi la sezione penale della Corte d’Appello di Roma, onde ribaltare una sentenza che allo stato appare inaccettabile».  

Share this post